King (Fidelity): "L'evoluzione dei modelli di distribuzione aiuterà gli ETF a conquistare quote di mercato in Europa"

Nick King, Fidelity_news
Nick King. Foto concessa (Fidelity)

Quella di Fidelity è una storia che parla di una lunga esperienza nella gestione attiva. Tuttavia, le esigenze dei clienti si stanno evolvendo in termini di strategie da utilizzare e di modalità di accesso ai propri investimenti. E, di conseguenza, anche l'offerta che la società mette a loro disposizione. Lo dimostra l'ingresso di Fidelity negli ETF, "un ottimo modo per fornire accesso alla nostra ricerca fondamentale, ESG e quantitativa in modo trasparente e a basso costo", come afferma Nick King, responsabile degli ETF di Fidelity International. L'esperto sottolinea come i fondi negoziati in borsa del gestore siano progettati per offrire esposizioni differenziate sfruttando la propria ricerca e la specializzazione nella gestione attiva degli investimenti. "In genere lo facciamo in due modi: sviluppando strategie attive trasparenti o incorporando le nostre idee di ricerca in un indice", spiega in un'intervista a FundsPeople.

Una grande risorsa

Inoltre, King afferma che le capacità di ricerca sugli investimenti sono un punto di forza fondamentale per Fidelity. "Disponiamo di ampie competenze e risorse nei nostri team di ricerca fondamentale, quantitativa e sulla sostenibilità. I nostri ETF sono progettati per sfruttare le intuizioni sviluppate da tutti questi team". Per gli ETF tematici che abbiamo lanciato di recente, il team di ricerca fondamentale ha contribuito a determinare quali asset aziendali si riferiscono a un particolare tema e ha definito indicatori di qualità per riconoscere i titoli giusti all'interno di quelli esposti a quel determinato tema. Il team per gli investimenti sostenibili ha identificato esclusioni e filtri specifici per evitare di incappare in conseguenze indesiderate relative ai temi. Ci avvaliamo poi della nostra esperienza di analisi quantitativa per incorporare tutto ciò in una strategia trasparente basata su delle regole chiare", rivela.

In termini di risorse, il gestore del fondo dispone di un team dedicato di esperti che si concentra sulla progettazione e sullo sviluppo di nuovi ETF. Si assicurano poi che siano effettivamente quotati nelle varie Borse. Possono inoltre attingere all'esperienza d'investimento combinata dell'intera organizzazione e del suo partner Geode Capital Management, che gestisce oltre mille miliardi di dollari di attività indicizzate.

Tendenze

La maggior parte dell'attività di sviluppo dei prodotti negli ultimi anni si è concentrata sugli ETF sostenibili e focalizzati sui fattori ESG. "Queste strategie hanno attirato una quantità considerevole di asset", afferma King. Inoltre, l'esperto prevede che quest'area continuerà a svilupparsi rapidamente nei prossimi mesi, man mano che gli emittenti di ETF risponderanno alle nuove normative e ai cambiamenti che i provider di dati ESG stanno riscontrando con la maturazione di quest'area del mercato. "Più in generale, i modelli di distribuzione in Europa continuano a evolversi con un occhio di riguardo ai costi e alla trasparenza. "Questo aiuterà gli ETF a continuare a conquistare quote di mercato. Negli ultimi mesi abbiamo assistito all'ingresso di nuovi operatori nel mercato europeo degli ETF e questa tendenza ne incoraggerà altri", conclude.