Marty Flanagan, CEO di Invesco, va in pensione

Martin Flanagan, Invesco_news
Martin Flanagan. Foto concessa (Invesco)

Cambiamenti ai vertici di Invesco. La società d'investimento statunitense ha annunciato che Marty Flanagan, sotto la cui solida guida Invesco è cresciuta fino a diventare una delle principali società di gestione degli investimenti a livello mondiale, ha deciso di ritirarsi dalla carica di presidente e amministratore delegato il 30 giugno 2023. Nella stessa data si dimetterà anche dal consiglio di amministrazione di Invesco. Continuerà a ricoprire la carica di presidente emerito fino al 31 dicembre 2024, fornendo consulenza e orientamento all'azienda.

Parallelamente, il Consiglio di amministrazione di Invesco ha annunciato la nomina di Andrew Schlossberg, Senior Managing director e head of the Americas, come suo successore. Ricoprirà la carica di presidente e amministratore delegato di Invesco. Oltre a questo ruolo, sarà membro del Consiglio di amministrazione di Invesco, di cui entrerà a far parte il 30 giugno.

Il profilo

Schlossberg lavora nel settore della gestione patrimoniale dal 1996 e in Invesco dal 2001. Ha ricoperto diversi ruoli all'interno di Invesco. Ha lavorato nella sede britannica di Invesco come senior managing director, responsabile EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) e presidente del consiglio di amministrazione di Invesco UK. In precedenza, è stato responsabile della distribuzione al dettaglio e degli ETF negli Stati Uniti, responsabile del marketing negli Stati Uniti e responsabile dello sviluppo aziendale globale.

È attivo nel settore dei servizi finanziari ed è membro del Consiglio dei governatori e del Comitato esecutivo dell'Investment Company Institute (ICI). In precedenza, ha fatto parte del consiglio di amministrazione e dei consigli consultivi di UK Investment Association, ICI Global, TheCityUK e Diversity Project.