Festeggiamo i dieci anni di M&G European Credit Investment Fund

Gaurav Chatley, notizia
Gaurav Chatley, immagine concessa: M&G Investments

Contributo a cura di Gaurav Chatley, senior portfolio manager di M&G Investments. Contenuto sponsorizzato.

Quando abbiamo lanciato M&G European Credit Investment Fund nel 2011, sapevamo che le cose non sarebbero state sempre facili. All’epoca l’Europa stava scivolando nella crisi dell’Eurozona che metteva a rischio la sopravvivenza stessa della moneta unica. Nell’arco dei dieci anni successivi, abbiamo attraversato sconvolgimenti politici, shock sui prezzi delle commodity, guerre commerciali mondiali e più di recente la pandemia di Covid-19. Pur sapendo di non poter controllare il mondo intorno a noi, abbiamo continuato a credere nella possibilità di avere successo osservando i rischi e le opportunità potenziali da un’angolatura diversa.

Il valore e il reddito degli asset del fondo potrebbe diminuire così come aumentare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso del valore dell’investimento. Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo del fondo verrà realizzato ed è possibile che non si riesca a recuperare l’importo iniziale investito. Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri.

Un decennio di sovraperformance

Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri.
Fonte: M&G, al 30 aprile 2021. La performance del fondo riportata si riferisce alla Classe di azioni E in EUR ad accumulazione, lanciata il 12 aprile 2011. La spesa annua per le classi di azioni E del fondo è pari allo 0,10% p.a. e inciderà sul rendimento percepito dagli investitori. Il benchmark del fondo è l’indice ICE BofA Euro Corporate. Codice ISIN del fondo: LU0617482376.

Un approccio di investimento fondato sull’analisi fondamentale del credito

Al centro della nostra strategia di investimento c’è un approccio di selezione dei singoli titoli di tipo bottom-up, basato sulla ricerca e orientato al valore. La nostra ambizione è cogliere i premi al rischio nell’arco dell’intero ciclo di credito investendo solo quando siamo fermamente convinti che il prezzo di un’obbligazione compensi ampiamente i rischi associati. Come uno dei maggiori investitori obbligazionari attivi d’Europa, con un patrimonio gestito in asset a reddito fisso pari a 189 miliardi di euro[1], facciamo leva sulle risorse e la lunga esperienza del nostro team interno di ricerca sul credito, diventato negli anni uno dei più numerosi d’Europa con 37 analisti specializzati[2].

La coerenza prima di tutto, anche nei periodi di crisi

Seguiamo lo stesso approccio fin dal lancio del fondo e questo ci ha aiutati ad affrontare gli alti e bassi degli ultimi dieci anni. Durante gli shock di mercato del 2012, 2016, 2018 e 2020, siamo riusciti a identificare società con prospettive migliori del resto del mercato e quindi a battere il benchmark dell’1,1%, 3,0%, 0,6% e 3,6% rispettivamente in quegli anni di calendario. Nell’arco dei dieci anni di vita del fondo, la sovraperformance rispetto all’indice ICE BofA Euro Corporate è stata dell’1,2% annuo (al lordo delle commissioni). E anche i nostri investitori se ne sono resi conto, come testimonia la crescita costante delle masse in gestione dai 227,1 milioni di euro al momento del lancio ai 2,8 miliardi attuali[3].

La prossima sfida

L’ambiente odierno è una tempesta perfetta per gli investitori, con gli spread creditizi a livelli storicamente contratti e i mercati che hanno già pienamente scontato le aspettative di una ripresa economica robusta e il supporto incrollabile delle banche centrali. Eppure il credito resta una componente vitale di molti portafogli, in virtù delle importanti proprietà di diversificazione e delle opportunità legate alle possibili inefficienze di prezzo. Per questo riteniamo che, mai come in momento, sia essenziale analizzare attentamente i singoli emittenti e titoli di debito nell’ottica di mitigare i rischi di mercato e individuare le opportunità che offrono remunerazioni per i rischi assunti. Crediamo di essere ben posizionati per farlo e vorremmo supportare i nostri clienti nel prossimo decennio, e oltre.

Clicca qui per maggiori informazioni sulle strategie di M&G nel Public Debt

Per ulteriori informazioni:

[email protected]


[1] Fonte: M&G, 31 dicembre 2020

[2] Fonte: M&G, 31 gennaio 2021

[3] Fonte: M&G, 30 aprile 2021


Rischi principali associati al fondo:

Rischio di mercato: il valore e il reddito degli investimenti potrebbero diminuire così come aumentare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso del prezzo dei fondi e dell’eventuale reddito distribuito dagli stessi. Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo dei fondi verrà realizzato ed è possibile che non si riesca a recuperare l’importo iniziale investito. Rischio di credito: il valore dei fondi potrebbe diminuire qualora l’emittente di un titolo a reddito fisso detenuto in portafoglio non sia in grado di corrispondere gli interessi previsti o di rimborsare il proprio debito (circostanza nota come inadempimento o default). Rischio tassi d’interesse: quando i tassi d’interesse aumentano, è probabile che il valore dei fondi diminuisca. Rischio derivati: i fondi possono fare uso di derivati per ottenere esposizione agli investimenti e questo può comportare variazioni più ampie del prezzo dei fondi e un incremento del rischio di perdita. Rischio di controparte: alcune delle transazioni effettuate dai fondi, come il deposito di contanti, richiedono il ricorso ad altri istituti finanziari. Qualora uno di questi istituti non sia in grado di onorare i suoi obblighi o diventi insolvente, i fondi potrebbero subire una perdita. Rischio ABS (titoli garantiti da asset): gli attivi usati a garanzia dei mutui e i titoli garantiti da asset possono essere rimborsati in anticipo sulla data prevista, con conseguente riduzione del rendimento. Rischio legato ai titoli di debito CoCo (contingent convertible): l’investimento in obbligazioni convertibili note come CoCo può incidere negativamente sui fondi se si verificano specifici eventi trigger, o esporre i fondi a un rischio di perdita del capitale più elevato. 

Si prega di notare che questo non è un elenco esaustivo, è necessario assicurarsi di comprendere il profilo di rischio dei prodotti o servizi che si intende acquistare.

Ad uso esclusivo di investitori qualificati. La distribuzione del presente documento non costituisce un’offerta né una sollecitazione. Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri. Il valore degli investimenti potrebbe diminuire così come aumentare. Il successo delle strategie di investimento di M&G e la loro idoneità per gli investitori non sono garantiti, pertanto è importante che il cliente si assicuri di aver compreso il profilo di rischio dei prodotti e dei servizi che intende acquistare. Le informazioni fornite in questo documento sono state ottenute o derivate da fonti da noi ritenute attendibili e accurate, anche se M&G declina ogni responsabilità riguardo all’accuratezza dei contenuti. M&G non fornisce consulenze di investimento né raccomandazioni riguardo a investimenti. Le opinioni sono soggette a modifica senza alcun preavviso. Salvo diversamente indicato, questa attività di promozione finanziaria è pubblicata da M&G International Investments S.A. La sede legale di M&G International Investments S.A. si trova all’indirizzo 16, Boulevard Royal, L-2449, Lussemburgo.