Next generation real estate

Thierry Laquitaine, SRI Director, AEW, Natixis IM.

Contributo a cura di Thierry Laquitaine, SRI Director, AEW, Natixis IM. Contenuto sponsorizzato.

Il concetto di sostenibilità si sta diffondendo rapidamente anche nel settore real estate. Mentre nelle altre asset class rappresenta ancora qualcosa di nebuloso, nell’immobiliare invece la sostenibilità è tangibile e misurabile.

Advertisement

Le autorità sono consapevoli del peso dell’industria immobiliare europea in termini di consumo totale di energia e di emissioni di gas serra e stanno agendo. Sono state lanciate, infatti, una serie di iniziative regolamentari, sia nel settore pubblico, che nel privato. La Francia, per esempio, ha fatto da capofila con un regolamento che richiede alle aziende di riportare in maniera dettagliata le loro emissioni di carbonio.

All’impegno regolamentare si aggiunge poi il desiderio sopraggiunto dei locatari immobiliari di essere associati a edifici sostenibili. Integrazione di misure ESG in ogni fase della costruzione e dell’allestimento, anticipando l’applicazione di requisiti normativi, può ridurre i costi e massimizzare i risparmi. Inoltre sempre più inquilini sono alla ricerca di edifici green, completi di certificazioni e label.

Best practice ESG nelle costruzioni

La sostenibilità si presenta in molte forme. La chiave per creare edifici sostenibili è quella di considerare il loro contesto specifico, cioè la geografia, la topologia, la dimensione e l’uso dell’edificio e molti altri fattori. Il focus degli sforzi ESG è tipicamente sull’isolamento dell’edificio e l’efficienza dei servizi, come i sistemi di raffreddamento, riscaldamento e ventilazione. Ma anche i materiali da costruzione sono importanti: infatti, la fabbricazione e costruzione di un edificio rappresentano la maggior parte dei gas a effetto serra nel corso della vita dello stesso. Un maggiore uso di materiali rinnovabili come il legno riciclato può ridurre le emissioni di carbonio.

AEW applica tecnologie innovative in tutto il suo portafoglio immobiliare. Queste comprendono tecnologie geotermiche, sistemi di stoccaggio del freddo, scambiatori di calore, gestione dei dati, contratti di rendimento energetico e applicazioni software che misurano le prestazioni ESG negli edifici. Abbiamo un ampio processo di selezione per i nostri fornitori di servizi per garantire la conformità con le nostre politiche SRI. Le misure ESG non sono standardizzate nel immobiliare e per anticipare le norme future gli investitori hanno bisogno di collaborare con consulenti immobiliari con una lunga esperienza nell’innovazione.

AEW è un pioniere dell’investimento immobiliare sostenibile. È un membro fondatore del sistema di Green Rating e il creatore nel 2009 di sei nuovi indicatori di performance (es. biodiversità, analisi del ciclo di vita, sicurezza, ecc.). AEW è attualmente presidente di Circolab, un’associazione di più di 70 società immobiliari che promuove l’economia circolare. Nel 2020 ha contribuito a creare un’etichetta SRI immobiliare, in collaborazione con ASPIM, l’associazione francese degli investimenti immobiliari.

Lo sviluppo di pratiche sostenibili da parte di AEW ha portato al 17% in meno di energia consumata nei suoi portafogli immobiliari, 59.000 m3 in meno di acqua consumata, 100% di dell’elettricità nelle aree comuni derivata da fonti di energia rinnovabile per i suoi asset in Francia e 140 beni sottoposti a controlli di conformità HSE ogni anno.

Il suo progetto di rinnovamento energetico GRECO su un portafoglio di circa 150 edifici ha permesso di ridurre del 35% il consumo di energia dal 2013. Abbiamo sviluppato le nostre metodologie laddove gli strumenti non esistevano e stiamo ancora sviluppando strumenti SRI innovativi.

Investimenti real estate ESG

Gli investitori immobiliari hanno diversi punti di vista sulla sostenibilità e su ciò che significa per loro ESG, per questo è importante spesso affidarsi ad un consulente che risponda a tutte le loro esigenze. Il compito degli investitori è quello di stabilire un equilibrio tra ciò che è possibile e ciò che è fattibile. Il capex deve essere bilanciato con i probabili ritorni di una strategia di sostenibilità. Mentre la maggior parte cerca di mitigare le emissioni e il cambiamento climatico, troppe spese anticipate possono avere un impatto negativo sulla redditività di un asset reale.

È difficile per gli investitori stare al passo delle attuali tendenze ESG sul mercato immobiliare, dati sul cambiamento climatico, normative locali e regionali e la domanda degli stakeholder cambiano costantemente la matrice ESG. È imperativo quindi impiegare strumenti innovativi per implementare, misurare e adattare le pratiche sostenibili nel settore immobiliare, solo così si avranno misure reali con impatti reali.

Clicca qui per maggiori informazioni su Natixis IM


Documento riservato agli investitori professionali. Questo materiale è fornito solo a scopo informativo e non deve essere interpretato come un consiglio di investimento. I punti di vista e le opinioni espresse sono alla data indicata e possono cambiare in base al mercato e ad altre condizioni. Non vi è alcuna garanzia che gli sviluppi si verifichino come previsto. Materiale fornito da Natixis Investment Managers S.A., società di gestione del risparmio di diritto lussemburghese, o dalla propria succursale Natixis Investment Managers S.A., Succursale Italiana, con sede in Via San Clemente 1, 20122 Milano, Italia.