Matite
Sharon Mccutcheon, Unsplash

Monthly Outlook con Credit Suisse AM: come diversificare i portafogli se saltano le correlazioni

L’inflazione continua a crescere e così per le prossime settimane monta l’attesa per i dati di fiducia per le imprese di Eurozona e Germania. Gli effetti di questi numeri si ripercuoteranno anche sulla Banca Centrale Europea, che nel frattempo tiene gli occhi puntati sul conflitto tra Russa e Ucraina. Sul fronte asiatico la crescita dell’economia cinese registra un rallentamento, sembra probabile uno shock delle materie prime e il Covid, dopo Shanghai, è tornato ad essere un problema anche a Pechino. 

Passando agli aspetti finanziari, le analisi delle performance dei mercati da inizio anno mostrano perdite diffuse e sono saltate le correlazioni tradizionali tra le diverse asset class, obbligazionario e azionario in primis. In questo podcast, insieme a Marco Mossetti di Credit Suisse Asset Management, abbiamo provato a guardare cosa è successo al mercato azionario quando in passato le condizioni di crescita e l’inflazione sono state simili a quelle attuali, per capire quale strada dobbiamo intraprendere oggi, per diversificare il portafoglio.

SOLO PER INVESTITORI QUALIFICATI.

Ove questi materiali contengano affermazioni relative al futuro, queste hanno natura previsionale, sono soggette a rischi e incertezze e non sono garanzia di risultati/performance futuri, le basi o le ipotesi sono disponibili su

richiesta.

L'obiettivo di rendimento non è una proiezione, previsione o garanzia delle future performances, e non vi è certezza che possa essere conseguito.

Fonte: Credit Suisse, dati a Maggio 2022

Credit Suisse non fornisce alcuna consulenza sulle conseguenze fiscali degli investimenti e, in caso di domande al riguardo, si consiglia di rivolgersi ad un consulente fiscale.

Il presente documento costituisce una comunicazione di marketing

Questo documento, pertanto – a differenza di quanto avviene per i documenti che costituiscono ricerca in materia di investimento – non è stato predisposto in conformità ai requisiti normativi previsti per promuovere l'indipendenza della ricerca e la sua diffusione non è condizione per l’avvio delle negoziazioni degli strumenti ivi menzionati.

In considerazione della natura del documento, le informazioni in esso contenute non devono essere intese come un’offerta, una sollecitazione, un invito o un impegno ad acquistare o vendere qualsiasi strumento o servizio finanziario, né come una raccomandazione personalizzata in materia di investimenti o come una consulenza legale o fiscale.

Disclaimer

Pubblicità di natura finanziaria. Ogni investimento è soggetto alle dinamiche del mercato dei capitali e non è mai assicurata la realizzazione di profitti. Il valore finale dell’investimento può essere quindi anche inferiore rispetto al suo valore iniziale. Credit Suisse Italy S.p.A. è una banca autorizzata dalla Banca d’Italia e vigilata dalla CONSOB per lo svolgimento di servizi di investimento in Italia. La sede legale di Credit Suisse Italy S.p.A. è Via Santa Margherita 3, 20122 Milano.