Altintzoglou (Flossbach von Storch): "Non ci sono le condizioni per rinunciare a investire in Cina"

emergenti, Altintzoglou (Flossbach von Storch): "Non ci sono le condizioni per rinunciare a investire in Cina"
Michael Altintzoglou, Flossbach von Storch. Insights Channel FundsPeople

La Cina si trova a un punto cruciale della sua storia economica. Tra due fuochi, da una parte le problematiche cicliche e dall'altra quelle strutturali. Eppure, "la Cina ha un’interdipendenza massiccia e imprescindibile con il mondo occidentale, ed è per questo che, a mio avviso, il dado non è ancora tratto, cioè non ci sono le condizioni per rinunciare a investire nel Paese", spiega Michael Altintzoglou, porfolio manager di Flossbach von Storch.

Il professionista, intervenuto in occasione della puntata di giugno di Insights Channel FundsPeople, fa il punto sullo stato di salute in cui versano i mercati emergenti ricordando che "la nostra strategia si concentra su società dalla crescita qualitativa indipendentemente dal luogo in cui si trova la sua sede".

L'intervento completo di seguito.