Banca Finint: al via la collaborazione con Rebecchini per lo sviluppo del network di istituzionali e grandi imprese

Salvatore Rebecchini
Salvatore Rebecchini, foto ceduta (Banca Finint)

Ampliare e consolidare il network delle relazioni con stakeholder e investitori nell’ambito istituzionale (casse di previdenza, fondi pensione, grandi enti pubblici e compagnie di assicurazione), con le grandi imprese e i soggetti detentori di grandi patrimoni, con particolare focus su Roma e sull’area del Centro-Sud Italia. Con questo obiettivo il Gruppo Banca Finint annuncia l’avvio della collaborazione con Salvatore Rebecchini, volta a consolidare il percorso di crescita del Gruppo Banca Finint nell’attività istituzionale e nei servizi dedicati alla clientela corporate e alle controparti qualificate.

Il profilo

Dopo una lunga esperienza in Banca d’Italia e presso il Fondo Monetario Internazionale, Rebecchini approda in Cassa Depositi e Prestiti dove è stato presidente del Consiglio di Amministrazione dal 2003 al 2006. Dal 2007 al 2009 è stato presidente del Consiglio di Amministrazione di F2i e, dal 2009 al 2016, componente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm). Dal 2016 al 2019 ha ricoperto il ruolo di presidente di Simest, società del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti che sostiene la crescita delle imprese italiane attraverso l’internazionalizzazione della loro attività. “Sono certo che la solida esperienza maturata nelle più autorevoli realtà finanziarie a livello nazionale e internazionale, apporterà un importante contributo in termini di relazioni che ci permetterà di sviluppare ulteriormente la nostra attività nel segmento istituzionale”, ha commentato Enrico Marchi, presidente di Banca Finint