Cina, il risveglio dell'economia sopita (e di sei fondi azionari cinesi)

unsplash

La Cina sta cercando di uscire da quella che è attualmente nominata come una tempesta perfetta. Ci sono diverse circostanze che hanno rallentato il suo slancio economico e raffreddato l'interesse degli investitori per il suo mercato. Quasi tutti sono di natura politica: una strategia zero Covid che ha fatto deragliare la sua traiettoria di crescita, un giro di vite normativo sui giganti tecnologici cinesi che ha depresso le prospettive delle aziende che hanno spinto in avanti il ​​suo mercato. E poi ancora i timori che il Paese debba affrontare sanzioni occidentali schierandosi con la Russia, il delisting SEC delle società cinesi che non rispettano le leggi di audit statunitensi.

È dunque l'ora di iniziare a essere costruttivi? In FundsPeople abbiamo selezionato i fondi azionari cinesi che quest'anno si sono aggiudicati Rating FundsPeople in Spagna, Italia e Portogallo, con l'obiettivo di analizzare le diverse strategie che seguono di fronte a un mercato, quello cinese, a cui gli investitori tornano a guardare con interesse, anche grazie al ritorno di crescenti afflussi.

BNP Paribas China Equity

Gestito da David Choa Maxwell Yang, è un fondo azionario cinese, con un portafoglio composto da 40 a 60 nomi, con un basso turnover e una visione a lungo termine (2-3 anni). Tra il 50% e il 70% si indirizza in società con elevate barriere all'ingresso e alta visibilità degli utili, negoziate a prezzi interessanti o ragionevoli. Questo è il fulcro del suo posizionamento.

Tra il 20% e il 30% va ad aziende trasformative, ovvero alle aziende che stanno per raggiungere un punto di svolta da cui sperimenteranno una crescita accelerata. E meno del 10% è destinato a investire in aziende di qualità che hanno attraversato un periodo difficile ma che stanno per tornare sulla strada della crescita. Il fondo si distingue per l'applicazione di criteri ESG nel suo processo di investimento. Il team è composto da tre specialisti dedicati alle azioni cinesi e che lavorano presso il BNP Paribas AM Sustainability Center.

Fidelity Funds China Consumer Fund

Questo fondo targato Fidelity International si concentra sull'investimento in società che operano in Cina e Hong Kong e che sono coinvolte nella produzione o vendita di beni e servizi ai consumatori cinesi. Hyomi Jie, il gestore del fondo, seleziona i titoli in base a un'analisi bottom-up. Predilige società di qualità in grado di raggiungere una redditività e una crescita più elevate rispetto al mercato, con un solido potenziale di guadagno e un forte potere di determinazione dei prezzi.

Cerca di cogliere il miglioramento dei consumi in Cina, trainato dalla crescita del ceto medio e dalla tendenza verso una maggiore urbanizzazione. Jie si concentra sull'analisi del flusso di cassa e sui rendiconti finanziari gratuiti per verificare valutazioni come prezzo/valore contabile o prezzo/utile. Nel suo lavoro si affida al team di analisti che Fidelity ha distribuito tra Cina e Hong Kong. Il fondo investe almeno il 50% in titoli che hanno caratteristiche sostenibili e sono l'articolo 8 della SFDR.

JPMorgan Funds - China Fund

All'interno della piattaforma di investimento Asia-Pacifico e Mercati emergenti di JPMorgan AM , questo fondo è gestito da Howard Wang e Rebecca Jiang e da un team di oltre 25 professionisti degli investimenti, con una media di 17 anni di esperienza. Il prodotto segue un processo di investimento basato sull'analisi fondamentale, con selezione dei titoli bottom-up. È un fondo di idee migliori, in cui si concentrano sulla crescita e sull'alta qualità delle aziende in cui investono.

Attualmente trovano opportunità nei settori della tecnologia, della neutralità del carbonio e dei consumatori. Si aspettano una maggiore penetrazione dei veicoli a nuova energia, standard di emissioni più severi e un'adozione più rapida delle energie rinnovabili nei prossimi anni. Oltre ai produttori di veicoli elettrici, ritengono che anche le catene di approvvigionamento di veicoli elettrici e le energie rinnovabili come le catene di approvvigionamento di energia solare, l'installazione e lo stoccaggio potrebbero presentare opportunità.

Ninety One All China Equity

Gestito da Greg Kuhnert e Wenchang Ma , questo fondo segue uno stile misto e un processo bottom-up. Mira a battere l'MSCI All China ogni anno tra il 3% e il 5%. Il processo di investimento viene effettuato attraverso un'analisi fattoriale (4Factor). Classificano tutte le azioni cinesi indipendentemente da dove sono quotate (azioni A, H, B, ADR) secondo quattro criteri: società di alta qualità e ben gestite; società con valutazioni interessanti; società che superano le aspettative del mercato e i cui profitti sono stati rivisti al rialzo; e titoli che presentano flussi di investimento positivi.

In pratica, i gestori di questo fondo Ninety One si concentrano su società di alta qualità che negoziano a prezzi interessanti, che stanno migliorando i loro rendimenti operativi e che stanno ricevendo una crescente attenzione da parte degli investitori. Essendo un fondo misto, cerca aziende di tutti i settori dell'economia cinese. Cerca inoltre di trarre vantaggio dagli errori comportamentali di altri investitori, in particolare nel mercato delle azioni A. Al massimo, possono avere 60 posizioni nel loro portafoglio.

Schroder International Selection Fund China Opportunities

Si tratta di un fondo ad alta convinzione, generalmente concentrato su 40-60 aziende. Li selezionano in base a tre parametri: valutazione, sostenibilità del modello di business e potenziale. Il gestore del fondo Louisa Lo investe direttamente in azioni B e H, anche se potrebbe investire fino al 30% del suo patrimonio in azioni A. Il suo obiettivo è sovraperformare l'MSCI China del 3-4% lordo annuo a lungo termine (cicli di 3-5 anni) attraverso la gestione attiva.

Questo prodotto di Schroders è caratterizzato dall'attenzione alla qualità e alla sostenibilità dei team aziendali, un quadro di valutazione disciplinato, un solido processo di investimento, capacità di analisi proprietarie e un'attenta costruzione del portafoglio, che riflette adeguatamente la convinzione delle idee di investimento e il qualità dell'analisi. Louisa Lo ha quasi 30 anni di esperienza nel mercato, 26 dei quali in Schroders. È supportato da 51 analisti e manager specializzati in Asia, di cui 22 esperti in Cina.

UBS Lux Equity Fund China Opportunity

La filosofia di investimento di questa strategia gestita da Bin Shi consiste nell'identificare in anticipo i leader di ciascun settore e i prossimi leader nei settori chiave della crescita secolare. Il gestore punta alla crescita e acquista le azioni di queste società a una valutazione interessante prima che vengano scoperte ampiamente dalla comunità degli investitori. Al centro del processo di investimento c'è lo sforzo continuo del team per determinare valutazioni eque. Il suo obiettivo è sviluppare intuizioni uniche che gli consentano di avere una tesi di investimento chiaramente differenziata dal consenso del mercato.

Il manager di UBS Asset Management prende le decisioni sulla base di un'analisi bottom-up. Bin Shi adotta un approccio indipendente dal benchmark e il portafoglio potrebbe avere una deviazione sostanziale dal benchmark. Cerca fonti di informazioni non convenzionali. Nel team non parlano solo direttamente con le aziende in cui investono. Si impegnano anche con fornitori, concorrenti e altri esperti del settore.