Ecco cosa significa fare engagement quando si tratta di sostenibilità

engagement, Ecco cosa significa fare engagement quando si tratta di sostenibilità
rawpixel.com, Unsplash

Quando si tratta di sostenibilità non è più solo una questione di singolo prodotto bensì di identità delle società che li propongono al cliente. La ricerca presentata al panel conclusivo del Salone SRI 2021, si divide in due momenti, l’assesment e l'analisi e offerta dei prodotti ESG fino a trovare una sintesi nei risultati finali. Per la prima parte sono state coinvolte 111 case di gestione guardando a 4 aspetti presenti sui siti web delle case di gestione: stewardship e commitment, team ESG, sito e comunicazione e infine l’engagement.

I risultati della ricerca evidenziano che, nel caso di stewardship e commitment, c’è stato un arretramento per coloro che hanno ottenuto uno score top, ma un netto miglioramento per quelle società che avevano già score alti con voto complessivo tra 7 e 10 nel 2021 registrando un miglioramento rispetto allo scorso anno. Guardando invece al team ESG e quindi ai professionisti che concorrono alla buona riuscita dell’analisi di sostenibilità, il 55% campione delle SGR ha fatto registrare un voto complessivo tra 7 e 10 nel 2021 rispetto allo scorso anno.  

Nel 2021 il 54% delle SGR prese in esame ha registrato un voto tra 7 e 10 per quanto concerne l’engagement, ancora una volta si tratta di un miglioramento strutturale e una difficoltà in termini di leader. Infine per sito e comunicazione, c'è un generale miglioramento verso la parte alta ma un abbassamento per i leader. Tenuto conto di questi dati, i quattro pillars registrano dunque, complessivamente, un miglioramento rispetto al 2020.

La seconda parte del report sviluppato sull'Atlante SRI si è focalizzata sul tema dell’analisi e dell’offerta dei prodotti ESG, tenendo in considerazione sia fondi attivi che ETF. Sviluppata sui documenti e i siti web delle società monitorate l’analisi fa emergere quanto incidano sette approcci sostenibili quando viene fatta la comunicazione di un determinato prodotto. Si evince che il 21% delle società dichiara di utilizzare più di 5 criteri ESG per un singolo prodotto, il 51%, più della metà delle SGR analizzate, si ferma tra 3 e 5 criteri, il 27% utilizza da 1 a 3 criteri.

I risultati complessivi conferiscono il 60% del peso complessivo all’assesment integrato ponderandolo al 40% con l’analisi e l’offerta dei criteri ESG e ne emerge che: più del 20% delle SGR si posiziona nel range più elevato e si tratta di società definite "ESG confident", il 56% si trova nei primi due range e vengono invece definite come società “responsabili”.

Su questi risultati si sono confrontati cinque professionisti in occasione della tavola rotonda che hanno raccontato la propria esperienza, in particolar modo qui sottolineiamo l’importanza dell’engagement e dell'ESG improvers. Un tema chiave per capire come orientare le scelte degli emittenti.