ESGeneration Italy, la nuova rete sulla sostenibilità promossa da Borsa Italiana, FFS e FeBAF

finanza sostenibile, ESGeneration Italy, la nuova rete sulla sostenibilità promossa da Borsa Italiana, FFS e FeBAF
Ronaldo Santos, Unsplash

Si moltiplicano le iniziative in vista dell’appuntamento con COP26, in programma a Glasgow tra il 31 ottobre e il 12 novembre. E in questo scenario Pre-COP26 Borsa Italiana, parte del Gruppo Euronext, Forum per la Finanza Sostenibile (FFS) e Federazione Banche Assicurazioni e Finanza (FeBAF) hanno presentato ESGeneration Italy, la “rete” nazionale per la finanza sostenibile globale (National Network for Global Sustainable Finance). Tra gli obiettivi promossi dagli organizzatori con il lancio del network, si legge in una nota, quello di consolidare un ruolo attivo dell’Italia nella finanza sostenibile a livello globale, sostenendo il posizionamento internazionale della comunità finanziaria e contribuendo alla diffusione della cultura della sostenibilità attraverso la condivisione di analisi e di buone pratiche. ESGeneration Italy sarà presentato il 1° ottobre in un webinar dal titolo “Finanziare la ‘just transition’: dall’impegno all’azione” a cui parteciperà, tra gli altri, la sottosegretaria al ministero della Transizione Ecologica, Ilaria Fontana.

Un network ispirato ai principi comuni della finanza sostenibile

Nei giorni scorsi, l’AD di Borsa Raffaele Jerusalmi, il segretario generale del FFS Francesco Bicciato, e il segretario generale della FeBAF Paolo Garonna hanno siglato la costituzione della rete. Il progetto “conferma l’impegno di Borsa Italiana nel contribuire allo sviluppo in Italia di mercati finanziari e dei capitali sempre più sostenibili”, ha detto Jerusalmi, sottolineando come ESGeneration Italy si inserisca “all’interno di una serie di iniziative volte a diffondere la cultura della finanza sostenibile e a sensibilizzare le imprese nella scelta di percorsi di crescita sempre più circolari”. La rete infatti segue il percorso avviato da Borsa Italiana, FFS e FeBAF in tema di sostenibilità e nel solco dei lavori conclusi nel 2019 dall’Osservatorio sulla Finanza Sostenibile presso il ministero dell’Ambiente. Le tre organizzazioni hanno guidato il Gruppo di lavoro per la costituzione del Centro Finanziario Italiano per la Sostenibilità assumendone la rappresentanza all’interno della rete globale dei centri finanziari per la sostenibilità (International Network of Financial Centres for Sustainability - FC4S) avviata in seno all’ultimo G7 a guida italiana del 2017.

Il network si ispira ai principi comuni della finanza sostenibile, che includono la valorizzazione dei criteri ambientali, sociali e di governance (ESG); la trasparenza e l’orizzonte di medio-lungo periodo. Tutti principi che sono contenuti nella “Carta dell’Investimento Sostenibile e Responsabile della finanza italiana” siglata nel 2012 e che trovano conferma anche nell’elaborazione della definizione di “Investimento Sostenibile e Responsabile” elaborata dal FFS in collaborazione con i soci nel 2014.

"Per il Forum, che nel 2021 celebra i vent'anni di attività, ESGeneration Italy rappresenta un ulteriore consolidamento delle buone pratiche raccolte e valorizzate fino a oggi: ci impegniamo in questa nuova iniziativa mettendo a disposizione la nostra esperienza e il nostro partenariato nazionale e internazionale", ha commentato Bicciato. “Come FeBAF metteremo a disposizione del network l’esperienza del nostro mondo associativo e i rapporti che abbiamo costruito e incrementato in questi anni a livello europeo e globale”, ha dichiarato Garonna, per il quale “è significativa la decisione di costituire il network in questo momento di centralità del nostro Paese nei principali consessi internazionali, tra COP26 e G20”.