Franklin Templeton acquista Lexington Partners e si rafforza nel private equity

Investimenti alternativi, Franklin Templeton acquista Lexington Partners e si rafforza nel private equity
Patrick Tomasso, (Unsplash)

I gestori internazionali si concentrano sempre di più sul mercato degli investimenti alternativi. Franklin Templeton ha rafforzato le sue capacità di private equity con l'acquisto di Lexington Partners. Si tratta di un'entità affermata nei settori del private equity secondario e nei fondi di coinvestimento.

Franklin Templeton pagherà un totale di 1,75 miliardi di dollari per il 100% di Lexington. Il corrispettivo sarà diviso in un pagamento di 1 miliardo di dollari alla chiusura dell’operazione e i restanti 750 milioni di dollari nei prossimi tre anni. Lexington opererà come gestore specializzato all'interno di Franklin Templeton.

L'attuale team di gestione manterrà il suo ruolo dopo la transazione. Come parte dell'accordo, ai partner e ai dipendenti di Lexington sarà offerta una quota del 25% di Lexington per cinque anni e riceveranno 338 milioni di dollari di bonus sulla detenzione basato sulle perfromance delle quote che verrà corrisposto sempre in cinque anni.

La transazione sarà finanziata dal bilancio esistente di Franklin Templeton che si prevede aumenti immediatamente per gli utili rettificati per azione. L'acquisto è soggetto alle consuete condizioni di chiusura e dovrebbe chiudersi entro la fine del secondo trimestre fiscale del 2022.

Franklin Templeton si rafforza negli alternativi

Questa transazione rafforza le strategie immobiliari, di private equity e di hedge fund di Franklin Templeton in un momento in cui gli investitori stanno sempre più allocando il capitale attraverso lo spettro delle offerte di asset alternativi. Aggiungendo l'attività di Lexington Partners, Franklin Templeton accumulerà circa 200 miliardi di dollari in attività alternative al momento della chiusura della transazione.

Negli ultimi anni Franklin Templeton è cresciuta nelle competenze sulle strategie alternative. Ora aggiungerà l'esperienza leader di Lexington nel private equity alla forza immobiliare di Clarion Partners, le capacità di credito privato di Benefit Street Partners e l'offerta di hedge fund di K2 Advisors.

Chi è Lexington Partners

Dalla sua fondazione nel 1994, Lexington si è affermata nel mondo dei fondi di co-investimento e del private equity secondario, raccogliendo più di 55 miliardi in mandati aggregati da oltre 1.000 investitori istituzionali. Hanno distribuito capitale in oltre 4.500 interessi secondari, di coinvestimento e primari. Lexington sta attualmente investendo 14 miliardi di dollari con il suo fondo di punta sul mercato secondario, 2,7 miliardi con il fondo di middle market secondario e da 3,2 miliardi con il veicolo di co-investimento.  

Lexington ha otto uffici strategicamente situati nei principali centri di private equity e investimenti alternativi, tra cui New York, Boston, Menlo Park, Londra, Hong Kong, Santiago, San Paolo e Lussemburgo. I 35 partner e i dirigenti di Lexington hanno una media di 17 anni di esperienza negli investimenti alternativi e più di 14 anni assieme in Lexington.