Gruppo Credem, giro di poltrone ai vertici dell’area wealth management

nomine, Gruppo Credem, giro di poltrone ai vertici dell’area wealth management
Paolo Magnani, foto ceduta (Credem)

Giro di poltrone per il Gruppo Credem. Le sei società dell’area wealth management del Gruppo bancario coordinata da Paolo Magnani (Euromobiliare Advisory SIM, Euromobiliare Asset Management SGR, Credemvita e Credemassicurazioni, Euromobiliare Fiduciaria e Credem Private Equity) vedono il passaggio di nomi tra i top manager di Credem. Nel dettaglio Francesco Germini assumerà la carica di direttore generale di Euromobiliare Asset Management SGR, ruolo che ricopriva nelle compagnie assicurative Credemvita e Credemassicurazioni e che andrà a Rossella Manfredi.

La job rotation coinvolge anche Giuseppe Rovani, che dalla carica di DG e AD di Euromobiliare AM SGR passa in Euromobiliare Fiduciaria come direttore generale in sostituzione di Paolo Rizzuti. Quest’ultimo diventa responsabile dell’unità organizzativa dedicata a private market e partnership strategiche, in staff a Magnani.

Nessuna variazione per Euromobiliare Advisory SIM, dove Gianmarco Zanetti mantiene la carica di direttore generale e per Credem Private Equity, guidata dagli amministratori delegati Maurizio Esposito e Daniele Molinaro.

Il profilo

Nel dettaglio del servizio di gestione del risparmio, Germini è entrato nel Gruppo Credem nel 2001. È stato responsabile della gestione del personale e responsabile del marketing privati di Credembanca. In Euromobiliare AM SGR concentrerà la sua azione sull’innovazione (strumenti, piattaforme, gestione dei dati e utilizzo dell’intelligenza artificiale nell’ambito delle attività di gestione), sull’ampliamento e sulla specializzazione dell’offerta per le diverse esigenze delle reti di vendita.  “La job rotation a tutti i livelli ha sempre caratterizzato il nostro Gruppo”, ha dichiarato Magnani, sottolineando come quello che attende i mercati sia un periodo caratterizzato da forte discontinuità con il passato: “Sono sicuro che la squadra manageriale dell’Area saprà consolidare e rilanciare quanto finora raggiunto, nel segno della sostenibilità, dell'innovazione, della specializzazione e della valorizzazione delle competenze".