Nuovi ETF: semiconduttori e climate change nel radar dei gestori internazionali

etf, Nuovi ETF: semiconduttori e climate change nel radar dei gestori internazionali
Foto concessa Edryc James P. Binoya, (Unsplash)

Tra i lanci più recenti di ETF WisdomTree ha messo a disposizione l’unico ETP in Europa sulle emissioni di carbonio totalmente collateralizzato, che mira a fornire esposizione sulla performance delle quote per l’emissione di carbonio. Con il nome di WisdomTree Carbon ETP (CARB),è quotato su Borsa Italiana e Börse Xetra, con spese di gestione pari allo 0,35%.  

Il CARB intende riflettere l’andamento del prezzo dei contratti sul future ICE Carbon Emission Allowances (EUA) seguendo l’Indice Solactive Carbon Emission Allowances Rolling Futures TR Index. Quello sui future EUA è, al momento, il contratto sui future di carbonio più liquido scambiato in borsa a livello globale.

Alexis Marinof, head of Europe della casa di gestione ha spiegato: "L’attenuazione dei cambiamenti climatici è al centro dell’interesse d’investitori, aziende e autorità politiche. Molti di questi attori cercano di ridurre la propria impronta di carbonio per allinearsi all’Accordo di Parigi. L’importanza di queste iniziative non può essere sottovalutata e ha guidato la domanda di un veicolo finanziario in grado di fornire esposizione ai future sulle quote di emissione di carbonio. CARB si inserisce perfettamente nella nostra differenziata gamma di prodotti e si fonda sulla nostra profonda conoscenza del segmento delle commodity, offrendo un’esposizione ragionata in una nicchia del mercato ESG (ambientale, sociale e di governance) a cui gli investitori hanno avuto difficoltà di accesso".

Investire sul boom dei semiconduttori e video games

BlackRock ha lanciato l'iShares MSCI Global Semiconductors UCITS ETF (SEMI), offrendo agli investitori il primo ETF con un'esposizione globale al settore dei semiconduttori. Domiciliato in Irlanda e quotato su Euronext (USD) e Xetra (EUR), SEMI ha un TER dello 0,35% ed è classificato come Articolo 8 della normativa SFDR, in linea con l'impegno di BlackRock che prevede che il 70% dei fondi lanciati/riposizionati in Europa nel 2021 siano Articolo 8 o 9. 

Come spiega BlackRock, i semiconduttori svolgono un ruolo cruciale nella catena del valore dell'elettronica e la loro importanza è destinata a crescere in un'economia globale sempre più orientata alla tecnologia. SEMI traccia dunque l'MSCI ACWI IMI Semiconductors & Semiconductor Equipment ESG Screened Select Capped Index (USD), sfruttando l'esposizione all'intera industria globale dei semiconduttori, escludendo le società con pratiche non sostenibili e mantenendo un livello minimo di diversificazione.

HANetf punta, invece, sul primo ETF che investe sui software per l’impresa con screening ESG. Grazie ad una collaborazione tra Purpose Investments ha avviato le quotazioni del Purpose Enterprise Software ESG-S UCITS ETF, che fornirà agli investitori un'esposizione ad una selezione variegata di società di software aziendali sostenibili, all'avanguardia nella rivoluzione digitale. L’ETF seguirà il Solactive Purpose Enterprise Software ESG Screened Index NTR (SOFTWARN), la cui performance mostra un rendimento del 50,28% negli ultimi 12 mesi e del 473,27% negli ultimi 5 anni. L'ETF SOFT avrà un Total Expense Ratio dello 0,59%.

Debutto sul mercato italiano per Global X, società statunitense specializzata in ETF (con oltre 35 miliardi di dollari di AUM) che ha lanciato i suoi primi due ETF: il Global X Video Games & Esports UCITS ETF (HERU) e Global X Telemedicine & Digital Health UCITS ETF (EDOC). La prima delle due soluzioni tracciando l'indice Solactive Video Games & Esports v2, HERU offre agli investitori un'esposizione mirata all'evoluzione dell'intrattenimento digitale tramite videogiochi ed eSport. L’EDOC, invece, segue il Solactive Telemedicine & Digital Health Index offrendo agli investitori l'accesso alle società che guidano i progressi nel tema della telemedicina e della salute digitale.

Soluzioni sul cambiamento climatico

UBS Asset Management amplia l’offerta di ETF per una protezione efficace del clima. I due nuovi ‘passivi’ appartenenti alla famiglia di prodotti Paris Aligned del gestore sono l’MSCI All Country World Index (ACWI) PAB UCITS ETF e l’MSCI Emerging Markets (EM) PAB UCITS ETF, un’offerta che a seguito del lancio ora comprende sette ETF.

Gli MSCI Climate Paris Aligned ETF di UBS coprono un’ampia gamma di esposizioni regionali e globali e superano gli standard minimi per i benchmark allineati all’Accordo di Parigi (Paris Aligned Benchmark, PAB) dell’Unione europea (UE). I PAB ETF mirano a promuovere attivamente la protezione del clima reindirizzando i flussi di capitali e intendono aiutare gli investitori a ridurre i loro rischi climatici.In virtù delle loro caratteristiche ESG, questi nuovi ETF sono classificabili come prodotti conformi all’articolo 9 ai sensi del regolamento SFDR dell’Unione europea.

"I nostri due nuovi Paris Aligned ETF costituiscono componenti di portafoglio flessibili che offrono agli investitori il vantaggio decisivo di poter scegliere tra ampi investimenti regionali o globali", ha spiegato Francesco Branda, head ETF & Index Fund Sales Italy di UBS AM. "La nostra famiglia di prodotti Paris Aligned è quindi unica nel suo genere sul mercato e rappresenta l’avanguardia nell’investimento sostenibile”.

RIZE ETF ha reso disponibile il suo primo ETF europeo sull'impatto ambientale. Si chiama Rize Environmental Impact 100 UCITS ETF (LIFE) e fornisce agli investitori un'esposizione alle 100 migliori società che sviluppano e applicano soluzioni per affrontare le sfide climatiche e ambientali più pressanti a livello globale. L’indice include aziende che si occupano di acqua pulita, veicoli elettrici, energie rinnovabili e idrogeno, efficienza energetica, gestione dei rifiuti ed economia circolare e soluzioni basate sulla natura che mantengono la promessa di un futuro più verde.

LIFE è classificato come un fondo articolo 9 del regolamento SFDR e ha un Flusso di Cassa Operativo dello 0,55%. È costruito appositamente in collaborazione con Sustainable Market Strategies ("SMS"), uno specialista indipendente in investimenti sostenibili, ESG intelligence e politica climatica. Emanuela Salvade, head of Italian Speaking Regions presso Rize ETF ha affermato: "Il Rize Environmental Impact 100 UCITS ETF è stato progettato per dare agli investitori un'esposizione alle prime 100 società più impattanti dell'universo ambientale, fornendo al contempo la certezza che il capitale degli investitori viene utilizzato per massimizzare la sostenibilità ambientale in ciascuno dei nostri sottosettori rilevanti. Si tratta di un ETF davvero unico per il mercato italiano e non vedo l'ora di parlare con gli investitori che sono alla ricerca di soluzioni che facciano di più che avere semplicemente una etichetta ESG".

Infine Tabula ha lanciato il primo ETF UCITS Asia ex-Japan High Yield USD Corporate Bond ESG (TAHY sul LSE). Il nuovo strumento nasce in collaborazione con Haitong International Asset Management ("Haitong International"), un gestore con una lunga esperienza nel mercato high yield asiatico e forti credenziali ESG.

Il nuovo Tabula Haitong Asia ex-Japan HY Corp USD Bond ESG UCITS ETF mira a ottimizzare sia la liquidità che il profilo ESG, pur mantenendo un rendimento interessante (attualmente ~9%), una duration di ~2,6 anni, e classificazione articolo 8 secondo il regolamento UE sugli investimenti sostenibili (SFDR). L’indice di riferimento iBoxx Asia ex Japan USD Corporates ESG High Yield è stato creato ad hoc da Tabula e Haitong International e IHS Markit.