Come integrare l’approccio ESG nelle strategie multi-asset

CONTRIBUTO a cura di Maria Municchi, gestore del M&G (Lux) Sustainable Allocation Fund di M&G. Contenuto sponsorizzato da M&G.

I fondi ESG (sostenibili in termini di aspetti ambientali, sociali e di governance) hanno acquistato sempre maggior rilievo nell’ultimo decennio e M&G (Lux) Sustainable Allocation Fund si colloca all’interno della nostra gamma di fondi Planet+. Il fondo punta a generare obiettivi finanziari applicando al contempo criteri ESG e di impatto. La strategia è classificata come Articolo 8 ai sensi del nuovo Regolamento europeo sulla trasparenza della finanza sostenibile (SFDR) e offre agli investitori l’opportunità di accedere a un fondo incentrato sulla sostenibilità e l’impatto.

Il valore e il reddito degli asset del fondo potrebbe diminuire così come aumentare, determinando movimenti al rialzo o al ribasso del valore dell’investimento. Non vi è alcuna garanzia che l’obiettivo del fondo verrà realizzato ed è possibile che non si riesca a recuperare l’importo iniziale investito.

Equilibrio e sostenibilità

Lanciato nel novembre 2018, il fondo multi-asset investe in svariate asset class, tra cui azioni, obbligazioni societarie e governative, così come infrastrutture, obbligazioni green, obbligazioni sostenibili e liquidità. La strategia offre un certo equilibrio, partendo da un’allocazione neutrale del 40% in azioni e 50% in obbligazioni, mentre il restante 10% è costituito da altri investimenti, tra cui la liquidità. Le nostre posizioni sono suddivise in due categorie complementari, che si concentrano principalmente su investimenti che soddisfano i criteri ESG del fondo, o su investimenti che soddisfano i criteri di impatto positivo.

Idoneità ed esclusione

Nel processo di selezione, il gestore si concentra su imprese ed emittenti che, a nostro avviso, offrono migliori caratteristiche ESG e rating tra i loro pari, evitando al contempo società relativamente deludenti sotto il profilo ESG. Tuttavia, prima di ottenere l’idoneità all’inclusione come partecipazione positiva all’ESG, l’universo di investimento viene selezionato per escludere alcune imprese, applicando criteri basati su settore e attività.

Questi criteri di idoneità ci permettono di individuare potenziali candidati all’inclusione. In primo luogo, escluderemo quei candidati considerati in violazione dei principi del Global Compact delle Nazioni Unite in materia di diritti umani, lavoro, ambiente e lotta alla corruzione. In secondo luogo, escluderemo le compagnie coinvolte in settori controversi, che includono tabacco, intrattenimento per adulti, gioco d’azzardo, alcol, armi controverse e carbone termico.

Una volta applicati i criteri di esclusione, concentreremo la nostra attenzione sulle società che riflettono valutazioni o rating ESG migliori rispetto alla maggior parte dei loro pari. Escluderemo quelle con rating MSCI ESG pari o inferiori a BB.

Per tutti i dettagli sui criteri ESG e sui criteri di impatto del fondo, si prega di consultare il documento sui criteri ESG disponibile sul nostro sito web qui.

Impatto positivo

L’altra categoria è dedicata agli asset che a nostro avviso hanno un impatto positivo sulle questioni sociali e ambientali di maggior criticità a livello globale. Rappresentando tipicamente tra il 20-50% del fondo, le partecipazioni a impatto positivo vanno a integrare l'elemento positivo ESG in una strategia interamente orientata alla sostenibilità.

I nostri asset a impatto positivo sono caratterizzati dall’individuazione di tre aree a impatto sociale o tre aree a impatto ambientale, secondo la definizione di M&G, verso cui la compagnia sta apportando un contributo. M&G ha definito queste aree di impatto, quali inclusione sociale o azione climatica, per cogliere almeno uno dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite*.

*Pur sostenendo gli obiettivi di sviluppo delle Nazioni Unite, non siamo associati all’ONU e i nostri fondi non sono da loro promossi.

A caccia di valore e diversificazione sul percorso verso il net-zero

Il gestore utilizza lo storico e comprovato processo di investimento di allocazione multi-asset di M&G per determinare le preferenze di allocazione da incorporare nel posizionamento del fondo. Il nostro obiettivo è quello di individuare opportunità di valore interessanti, diversificando al contempo il rischio all’interno del fondo. Per buona parte del tempo da quando il fondo è stato lanciato, abbiamo mantenuto una preferenza per le azioni rispetto alle obbligazioni, e lo facciamo tuttora. Separatamente, abbiamo mantenuto una preferenza per i titoli tecnologici e per i titoli bancari, detenuti in panieri distinti di società ben considerate in termini ESG o di impatto.

Tra le obbligazioni detenute nel fondo, abbiamo mantenuto un’allocazione variabile ai Treasury USA. Manteniamo anche un’allocazione in titoli di Stato dei mercati emergenti selezionati, in quanto riteniamo che offrano rendimenti interessanti e l’opportunità di aggiungere ulteriore valore dalle loro valute rispetto all’euro. Manteniamo un’allocazione in una serie di obbligazioni societarie dove individuiamo valore, e tra queste possono anche figurare obbligazioni green o sostenibili, dove i proventi sono applicati ad attività o iniziative sostenibili. Il fondo detiene inoltre asset infrastrutturali, e spesso infrastrutture per l’energia rinnovabile, in quanto sosteniamo la riduzione di emissioni di carbonio e gli sforzi verso il net-zero sia nei nostri fondi che come società.

Fonte: Universo Morningstar allargato, al 30 settembre 2021, classe di azioni A ad accumulazione in euro, reddito reinvestito, sulla base del prezzo di offerta.

Il fondo è gestito attivamente e non ha un benchmark. Gli investitori possono valutare la performance del fondo rispetto all'obiettivo di offrire un risultato complessivo del 4-8% per anno, su qualsiasi periodo di 5 anni. La relazione annuale del fondo per ciascun esercizio finanziario includerà i dettagli sulla performance in rapporto all'obiettivo del fondo stesso. *Fondo lanciato a novembre 2018.

Clicca qui per scoprire di più sulle soluzioni di investimento sostenibili.

Rischi associati a questo fondo

Gli investimenti in obbligazioni sono influenzati da tassi d’interesse, inflazione e rating di credito. È possibile che gli emittenti delle obbligazioni non paghino gli interessi o non rimborsino il capitale. Tutte queste eventualità possono ridurre il valore delle obbligazioni detenute dal fondo.

Il fondo è esposto a varie valute. Al fine di minimizzare, ma non sempre eliminare del tutto, l’impatto delle fluttuazioni dei tassi di cambio si fa ricorso a derivati.

L’investimento nei mercati emergenti comporta un rischio di perdita maggiore riconducibile, tra gli altri fattori, a rischi economici, valutari, di liquidità e regolamentari. Potrebbero sorgere delle difficoltà di acquisto, vendita, custodia o valutazione degli investimenti in tali paesi.

Il fondo può fare ricorso a derivati per trarre vantaggio da un aumento o da un calo imprevisti del valore di un’attività. Se il valore di un’attività subisce una variazione imprevista, il fondo subirà una perdita. L’utilizzo di derivati da parte del fondo può essere ampio e superare il valore del suo patrimonio (leva finanziaria). L’effetto che ne deriva è un’amplificazione delle perdite e degli utili, con conseguenti maggiori fluttuazioni di valore del fondo.

In circostanze eccezionali in cui non sia possibile valutare equamente le attività, ovvero sia necessario venderle a un importo ampiamente scontato al fine di raccogliere liquidità, potremmo sospendere temporaneamente il fondo nel miglior interesse di tutti gli investitori.

 Il fondo potrebbe perdere denaro, laddove una controparte con cui operi non voglia oppure non possa rimborsare il denaro dovuto al fondo.

I rischi operativi derivanti da errori nelle operazioni, nella valutazione, nella contabilità e nella rendicontazione finanziaria, tra gli altri, possono influire anche sul valore dei vostri investimenti.

Le informazioni ESG ottenute da fornitori di dati terzi possono essere incomplete, inesatte o non disponibili. Vi è il rischio che il gestore degli investimenti possa valutare erroneamente un titolo o un emittente, con un conseguente erroneo inserimento o un’erronea esclusione di un titolo nel o dal portafoglio del fondo.

Ulteriori dettagli sui fattori di rischio applicabili al fondo sono riportati nel Prospetto del fondo a www.mandgitalia.it/documentazione

Per questo Fondo è consentito un ampio ricorso ai derivati.

Il presente documento è concepito a uso esclusivo di investitori qualificati. Non destinato alla distribuzione ad altri soggetti o entità, che non devono basarsi sulle informazioni in esso contenute. Queste informazioni non costituiscono un’offerta o una sollecitazione di offerta per l’acquisto di azioni di investimento di uno dei Fondi qui citati. Gli acquisti relativi a un Fondo devono basarsi sul Prospetto Informativo corrente. Copie gratui te degli Atti Costitutivi, dei Prospetti Informativi, dei Documenti di Informazione Chiave per gli Investitori (KIID) e delle Relazioni annuali e semestrali sono disponibili presso M&G International Investments S.A. Tali documenti sono disponibili anche sul sito: www.mandgitalia.it. Prima della sottoscrizione gli investitori devono leggere il Prospetto informativo, che illustra i rischi di investimento associati a questi fondi. Questa attività di promozione finanziaria è pubblicata da M&G International Investments S.A. Sede legale: 16, boulevard Royal, L 2449, Luxembourg.