L’impatto delle strategie green bond di NN IP sulle emissioni di CO2

Bram Bos, NN IP. Immagine ceduta

Contributo a cura di Bram Bos, Lead Portfolio manager Green Bonds di NN Investment Partners. Contenuto sponsorizzato.

Advertisement

Il forte percorso di crescita del mercato dei green bond nella seconda metà del 2020 è continuato nel 2021 e continuerà a crescere fortemente. Come risultato di un outlook positivo e dell’emissione di green bond più forte del previsto vista finora nel 2021, NN IP ha alzato la sua stima per l’emissione di tutto l’anno a 400 miliardi di euro. Questo spingerà il mercato globale dei green bond ben oltre mille miliardi entro la fine dell’anno, rispetto ai 700 miliardi raggiunti alla fine del 2020. Nei prossimi due anni, NN IP si aspetta che il mercato continui a crescere rapidamente, superando la soglia dei due mila miliardi entro la fine del 2023.

Raggiunti i quattro miliardi di euro di masse in gestione

Cinque anni dopo il lancio del suo primo fondo green bond, NN Investment Partners (NN IP) ha celebrato il raggiungimento di 4 miliardi di euro di asset in gestione (Aum) nelle sue strategie obbligazionarie verdi dedicate. Questo importante traguardo rafforza la convinzione di NN IP che i green bond rappresentano una proposta interessante per gli investitori che cercano un impatto ambientale positivo nel reddito fisso. In meno di un decennio, da segmento di mercato ad impatto di nicchia i green bond sono diventati uno dei segmenti più dinamici e dominanti del mercato.

Tre fattori che guidano la crescita

NN IP identifica tre fattori alla base del crescente interesse per le obbligazioni verdi tra gli investitori istituzionali:

1) Il processo decisionale degli investitori è sempre più guidato dal desiderio di affrontare il cambiamento climatico.

2) La crescita del mercato, sia nello spazio corporate sia in quello sovrano, sta facilitando la diversificazione settoriale. Sempre più aziende industriali, di comunicazione e tecnologiche si rivolgono al mercato dei green bond per finanziare progetti verdi, in un segmento che tradizionalmente era di dominio dei settori finanziari e dei servizi pubblici.

3) Gli investitori stanno diventando più consapevoli dei benefici sulle performance delle obbligazioni verdi rispetto a quelle non verdi e delle opportunità di utilizzarle per sostituire almeno una parte della loro allocazione di credito non green. Questa tendenza si somma alla crescente convinzione che ogni investitore a reddito fisso può finanziare un cambiamento positivo generando al contempo una solida performance finanziaria.

Impatto delle strategie green bond nel 2020

Gli investitori e gli altri stakeholder chiedono sempre più spesso prove tangibili che il loro investimento stia facendo la differenza: quale impatto positivo hanno avuto quindi le strategie green bond di NN Investment Partners (NN IP) nel 2020?

Secondo il Green Bond Funds Impact Report 2020 di NN IP, i propri fondi green bond hanno risparmiato 561.211 tonnellate di emissioni di anidride carbonica durante l’anno solare. Questa metrica indica la quantità di CO2 per ogni tipo di gas serra con lo stesso potenziale di riscaldamento globale. Il settore delle energie rinnovabili è il principale beneficiario delle allocazioni di tutte le categorie di portafogli green bond di NN IP. L’impatto è misurato in termini di capacità aggiunta di energia rinnovabile e di produzione annuale di energia rinnovabile. Nel 2020, 333 megawatt di energia rinnovabile sono stati aggiunti alla rete, 835 gigawattora (GWh) di energia rinnovabile annuale sono stati generati e 42 GWh di energia sono stati risparmiati. NN IP ha intrapreso 97 attività di engagement con 92 emittenti in nove settori, inclusi 9 emittenti sovrani, 34 emittenti legati ai governi e 49 emittenti corporate.

Reporting, strumento importante negli investimenti

Un reporting regolare e trasparente è uno strumento potente negli investimenti in green bond, in quanto fornisce la prova definitiva che i proventi sono veramente destinati a progetti verdi ammissibili con benefici ambientali. Il calcolo delle metriche d’impatto di NN IP si basa sui dati del database proprietario di obbligazioni verdi. NN IP segue e valuta 755 obbligazioni verdi che coprono 10 settori in 47 paesi/regioni. Il suo approccio rigoroso alla creazione di un vero universo ad impatto si traduce nell’esclusione di circa il 20% del totale delle emissioni nell’universo ufficiale dei green bond globali, che sono valutati come non verdi.

Clicca qui per maggiori informazioni sull’offerta di NNIP