Prosegue la corsa del risparmio gestito ad agosto. Gli azionari riprendono quota mentre l’industria segna nuovi record

risparmio gestito, Prosegue la corsa del risparmio gestito ad agosto. Gli azionari riprendono quota mentre l’industria segna nuovi record
Ricardo Gomez, Unsplash

Prosegue anche ad agosto lo slancio dell’industria del risparmio gestito in Italia, secondo la mappa mensile di Assogestioni. Le sottoscrizioni nette nel mese raggiungono quota 9,3 miliardi di euro e contribuiscono a spingere il patrimonio gestito verso il nuovo record di 2.561 miliardi di masse. A trainare la raccolta, ancora una volta, i fondi aperti con 8 miliardi di flussi in entrata.

Il saldo da inizio anno supera così i 67 miliardi con una suddivisione che vede il 51,4% delle masse (1,317 miliardi) investito in gestioni collettive mentre il 48,6% (1,244 miliardi) impiegato nelle gestioni di portafoglio. Queste ultime tornano in positivo ad agosto (+1,4 miliardi) in controtendenza dopo i deflussi per 811 milioni registrati nella precedente rilevazione di luglio.

GLI AZIONARI RECUPERANO TERRENO

Nel dettaglio emerge come gli azionari abbiano ripreso quota, dopo l’impasse (momentanea) di luglio, quando la raccolta della categoria aveva perso terreno rispetto ai mesi precedenti. Gli impieghi sui fondi toccano quota 2,1 miliardi, contro i (quasi) 500 milioni registrati nella rilevazione precedente. Seguono in ordine di afflussi tra i fondi di lungo termine gli obbligazionari (1,7 miliardi) e i bilanciati (1,3 miliardi). Ad attrarre le maggiori sottoscrizioni nel mese sono i fondi monetari, che registrano un positivo per 2,5 miliardi di euro.

I MIGLIORI E I PEGGIORI DI AGOSTO

Guardando ai dati di gruppo, Intesa Sanpaolo si conferma in testa alla classifica della raccolta, con quasi 2 miliardi di euro, ed è ancora una volta Eurizon a guidare il totale, con una raccolta di 1,5 miliardi. In seconda posizione si colloca, invece, Gruppo Generali (1,9 miliardi). “In merito ai dati pubblicati da Assogestioni sull’industria del risparmio gestito in Italia nel mese di agosto 2021 – fa sapere la società in una nota –, si precisa che il risultato di raccolta registrato dal Gruppo Generali è dovuto prevalentemente a flussi sui fondi monetari all’interno dei mandati assicurativi in gestione”. In terza posizione Amundi, con una raccolta netta di 850 milioni.

I PRIMI DIECI GRUPPI PER RACCOLTA

Nome GruppoRaccolta nettaPatrimonio
Gruppo Intesa Sanpaolo2.000 442.912 
Gruppo Generali1.926 474.659 
Amundi Group850 194.244 
Poste Italiane668 111.183 
Kairos Partners640 4.997 
Anima Holding459 185.359 
Gruppo BNP Paribas414 31.674 
Gruppo Mediolanum404 60.287 
Lyxor376 15.498 
Allianz243 54.750 
Dati Assogestioni (in mln di euro). Elaborazione propria.

I dati negativi ad agosto riguardano invece il Gruppo Mediobanca, che nel mese perde 364 milioni, seguono i deflussi per 65 milioni del Gruppo Deutsche Bank e Franklin Templeton (-57 milioni).

I DIECI GRUPPI CHE HANNO RACCOLTO MENO

Nome GruppoRaccolta nettaPatrimonio
Gruppo Mediobanca-364,509.299 
Gruppo Deutsche Bank-65,2028.244 
Franklin Templeton-56,8014.289 
Gruppo Ersel-12,605.503 
Banca Profilo-6,70964 
M&G Investments-3,8014.056 
Euregio Plus-3,20625 
Gruppo Ceresio Italia-1,80500 
Hedge Invest-0,70159 
Zenit-0,50273 
Dati Assogestioni (in mln di euro). Elaborazione propria.