Rebranding controllate estere di Eurizon, è la volta della Croazia

rebranding, Rebranding controllate estere di Eurizon, è la volta della Croazia
Simone Hutsch, Unsplash

Ancora un tassello nel processo di rebranding delle società estere controllate da Eurizon. Ultima, in ordine di tempo, è PBZ Invest Ltd che ha annunciato l’avvio delle operazioni sotto il nuovo nome di Eurizon Asset Management Croatia LTD. “I clienti della società manterranno tutti i diritti e gli obblighi derivanti dai contratti esistenti con PBZ Invest e non sono necessarie ulteriori azioni”, specifica la società in una nota, mentre Privredna banka Zagreb PLC, anch'essa parte del Gruppo Intesa Sanpaolo, resterà il più importante distributore di fondi d'investimento gestiti da Eurizon AM Croatia e i clienti della società continueranno a poter negoziare le azioni attraverso i canali di distribuzione esistenti di PBZ, nonché attraverso Hrportofolio Ltd, a cui Eurizon Asset Management Croatia ha delegato le operazioni di distribuzione.

PBZ Invest, operativa da oltre due decenni, è entrata a far parte della famiglia Eurizon nel 2013 e, a oggi, è la seconda società di gestione di fondi Ucits in Croazia, con una quota di mercato superiore al 24% e oltre 5,4 miliardi di kune (circa 718 milioni di euro) di masse in gestione in 13 fondi e 173 portafogli individuali.

Le ultime operazioni in Europa

Si tratta dell’ennesima operazione che interessa le controllate di Eurizon nella regione. Nel 2020 la slovacca VUB AM správ. Spol, che detiene il 100% della succursale ungherese di Eurizon, ha modificato la denominazione in ha avviato l’operatività come Eurizon Asset Management Slovakia. Ad aprile di quest’anno lo stesso passaggio ha interessato la divisione di Budapest, che ha cambiato a sua volta nome: da CIB Befektetési Alapkezelő Zrt.Eurizon Asset Management Hungary.

Una società che cresce nel tempo

Negli ultimi 35 anni Eurizon ha lavorato in direzione di una crescita internazionale, collocandosi come uno dei leader europei nel settore dell’asset management e con un’ampia presenza internazionale (10 centri di gestione e una presenza in 24 Paesi attraverso filiali, uffici commerciali, distribuzione esterna e accordi di cooperazione). Con masse per 432 miliardi di euro a fine settembre 2021, si colloca come uno dei top player italiani. "La Croazia rappresenta una parte importante della nostra strategia di sviluppo in Europa orientale", ha dichiarato Saverio Perissinotto, amministratore delegato di Eurizon, sottolineando come Eurizon Asset Management Croatia, si configuri come un importante punto di riferimento nel settore della gestione patrimoniale nel Paese. “Questo cambio di marchio segna un'importante pietra miliare nel percorso di avvicinamento delle nostre società". Non solo:  “Ci permetterà di migliorare l'offerta e i servizi ai clienti locali con una maggiore esperienza e competenza internazionale". Anche Marco Elio Rottigni, responsabile divisione International Subsidiary Banks Intesa Sanpaolo ha portato l’attenzione sull’importanza strategica di questo mercato “dove PBZ, uno dei motori del sistema bancario croato, rappresenta un motore fondamentale per la crescita sostenibile dell'economia reale del Paese”. Rottigni ha anche ricordato come la società fornisca “ un'offerta all'avanguardia di servizi di prestito e investimento” e svolga “un riconosciuto ruolo di leadership nelle strategie di innovazione informatica e digitale all'interno del perimetro della Divisione International Subsidiary Banks del Gruppo”.  

Oltre a cambiare il nome della società, verranno cambiati anche i nomi dei fondi gestiti da Eurizon Asset Management Croatia Ltd.