Risparmio gestito, aprile positivo. Ecco chi sale e chi scende

risparmio gestito, Risparmio gestito, aprile positivo. Ecco chi sale e chi scende
unsplash

Il risparmio gestito ad aprile è nel segno dei fondi aperti: con oltre 4 miliardi di euro di sottoscrizioni nette hanno contribuito in misura determinante alla raccolta dell’industria che ha raggiunto i 5 miliardi grazie anche all’apporto dei mandati (+804 milioni). Un dato buono, quello rilevato dalla mappa di Assogestioni, ma inferiore rispetto al mese di marzo, quando la raccolta ha sfiorato i 9 miliardi. Da inizio anno il settore ha richiamato circa 35 miliardi di flussi. Cala, invece, il patrimonio gestito dell’industria dai 2.469 miliardi di fine marzo ai 2.459,2 di fine aprile. Di contro però si è registrato un nuovo record storico per gli asset investiti nei fondi aperti che sono arrivati a sfiorare i 1.184 miliardi.

Bilanciati in pole position

Tra i fondi aperti, la raccolta si è concentrata in particolare sui prodotti bilanciati (2,3 miliardi) e sugli azionari (1,9 miliardi), seguiti dagli obbligazionari (484 milioni) e dai monetari (447 milioni). I fondi di diritto italiano segnano complessivamente entrate nette per 502 milioni mentre i fondi esteri continuano a far bene, con flussi netti per 3,6 miliardi.

Chi raccoglie di più e chi di meno ad aprile

Guardando nel dettaglio ai dati dei singoli gruppi aprile chiude nel segno di Poste Italiane, che si conferma prima SGR indiscussa con oltre 1,5 miliardi di sottoscrizioni. A seguire Amundi con 791 milioni. Si contendono il terzo posto, invece, il gruppo Bnp Paribas e Intesa San Paolo con una raccolta di oltre 665 milioni. Il gruppo italiano, però, attraverso le sue società di asset management Eurizon, Fideuram Investimenti AM e Pramerica, si è collocato al primo posto nella classifica per quanto riguarda il patrimonio gestito in Italia, con 521,7 miliardi di euro di patrimonio (428,8 al netto dei fondi di gruppo), superando i 514,7 miliardi di Generali (463,7 al netto dei fondi del gruppo).

Nome GruppoRaccolta nettaPatrimonio gestito
Poste Italiane1.523109.386
Amundi Group791186.541
Gruppo Bnp Paribas66531.917
Gruppo Intesa Sanpaolo665428.888
Lyxor43313.599
Gruppo Deutsche Bank36025.364
Anima Holding309179.669
Gruppo Mediolanum30157.417
JP Morgan AM28547.081
Morgan Stanley27045.086
Fonte: Assogestioni. Dati di patrimonio al netto dei fondi di gruppo. Elaborazione propria

Il mese va male invece proprio al gruppo Generali (-1,3 miliardi), al gruppo Mediobanca (-321 milioni) e a State Street GA (-175 milioni).

Nome GruppoRaccolta nettaPatrimonio gestito
Gruppo Generali-1.379463.784
Gruppo Mediobanca-3219.140
State Street GA-1758.344
Kairos Partners-1253.973
Franklin Templeton-11314.298
Finanziaria Internazionale-105325
M&G Investments-8513.825
Banca Intermobiliare-141.167
Gruppo Ceresio Italia-1,7488
Zenit-1268
Fonte: Assogestioni. Dati di patrimonio al netto dei fondi di gruppo. Elaborazione propria