Unicredit, Vecchi alla guida della nuova divisione Wealth Management & Private Banking

nomina, Unicredit, Vecchi alla guida della nuova divisione Wealth Management & Private Banking
Stefano Vecchi, foto concessa (Unicredit)

Con la divisione dedicata al Wealth Management & Private Banking (WM & PB), l’offerta di Unicredit in Italia si arricchisce di una nuova area di business, in aggiunta a quelle già presenti dedicate a Privati, Imprese e Corporate & Investment Banking. A guidare la divisione WM & PB, l’istituto di Piazza Gae Aulenti ha chiamato Stefano Vecchi, che assumerà il ruolo di head of Wealth Management & Private Banking Italy dal 1° ottobre. Nella sua nuova posizione Vecchi riporterà direttamente a Niccolò Ubertalli, responsabile di UniCredit Italia. Secondo quanto si legge in una nota diffusa da Unicredit, Vecchi avrà la responsabilità della rete italiana di Wealth Management e Private Banking al servizio di 140 mila clienti, per un totale di oltre 100 miliardi di euro di masse. La rete è composta da un team di circa 1.400 dipendenti, di cui 700 relationship manager dislocati in 132 città in tutta Italia.

"Con la creazione di una divisione dedicata WM & PB il Gruppo conferma la sua attenzione nei confronti dei clienti HNW e UHNW che cercano una gestione di servizi altamente personalizzati incorporati nell'offerta unica di una banca commerciale paneuropea”, ha dichiarato Ubertalli. Secondo l’head of UniCredit Italy, il nuovo approccio punta ad aumentare la focalizzazione su offerta e servizi di consulenza attraverso una piattaforma integrata erogata dai banker dell’’istituto. “Stefano Vecchi ha una lunga esperienza come top manager nelle migliori aziende del settore – prosegue –. Sono fiducioso che la sua professionalità e profonda la conoscenza del settore della ricchezza continuerà a essere un asset chiave per la divisione e ci aiuterà a prosperare come banca”.

LE LINEE DI BUSINESS IN CAPO A VECCHI

L’istituto guidato da Andrea Orcel comunica che saranno tre le linee di business che riporteranno direttamente a Vecchi: Private Banking,  Wealth Management e Ultra-high Net Worth families and family holdings. A queste si sommano le funzioni Italian Investment Management, Investment Services e Investment Products, che riporteranno al nuovo head of Wealth Management & Private Banking e alla divisione CIB, guidata da Richard Burton. La nuova divisione italiana consente, quindi, di “accelerare la crescita all'interno di queste linee di business e di migliorare ulteriormente la qualità dell'offerta di UniCredit”, si legge nella nota. La strategia organizzativa dell’istituto, in linea con sempre più stringenti esigenze di semplificazione, ha disposto una configurazione di Wealth Management & Private Banking su base regionale per Italia, Germania, CE e EE. “Un cambiamento fondamentale che consentirà al Gruppo di rafforzare il business nelle aree geografiche di interesse, condividere le best practices tra i segmenti e raggiungere l'eccellenza operativa”. Vecchi avrà anche il compito di favorire l'adozione di questo nuovo assetto aziendale nella rete paneuropea di UniCredit, replicando il modello italiano in tutti i Paesi interessati. Questo approccio sarà una leva di crescita per il business WM & PB del Gruppo in Europa.