Update sul MFS Meridian Funds – European Value Fund: stock picking di qualità in Europa

Team del Meridian Funds European Value Fund
Il team di gestione del Meridian Funds European Value Fund (immagine concessa)

Investire piuttosto che speculare. Evitare di seguire il flusso di notizie dei giornali a breve termine. Analizzare, non prevedere. Concentrarsi sui rischi al ribasso. In queste quattro frasi è riassunta la filosofia del MFS Meridian Funds – European Value Fund, fondo sul mercato azionario europeo di MFS Investment Management ed una delle strategie di punta della casa di gestione.

Il fondo ha ottenuto il triplo rating Preferito dagli Analisti (A), Blockbuster (B) e Consistente (C) FundsPeople 2021, un risultato che ha incassato per il quarto anno di fila. Bisogna ricordare che il prodotto è in soft close, e non ammette nuovi investitori. Tuttavia, ciò non ha alcun impatto sugli investitori esistenti.

Il team di gestione, composto da Pablo de la Mata, Benjamin Stone e Florence Taj, ha ben chiaro come fare la differenza: “Crediamo che l’analisi fondamentale bottom-up sia il modo migliore per identificare i titoli di alta qualità”. Il loro processo d’investimento si basa su tre principi: evitare di speculare sulle informazioni di corto respiro e attenersi in modo fedele alla loro strategia.

Il fondo punta ad individuare le aziende sottovalutate rispetto al loro valore intrinseco. E il suo universo di riferimento è l’equity europeo, investendo principalmente (almeno il 70%) in azioni dell’Europa occidentale.

Posizionamento del portafoglio

Lo scenario di mercato che ci attende nei prossimi mesi sarà molto complesso, riconosce il team. “Un ritorno ai livelli economici globali pre-pandemici richiederà del tempo e i comportamenti e le preferenze dei consumatori potrebbero essere cambiati in modo permanente”, dichiarano. Qual è dunque il rimedio per i periodi di incertezza che ci attendono? Una combinazione di analisi fondamentale approfondita e un orizzonte temporale di ungo termine, per aiutare a identificare i possibili vincitori e i perdenti. Ma questo non è un compito facile, essendo estremamente complicato quantificare gli impatti a lungo termine della pandemia di Covid-19 con un certo grado di certezza. Il team è quindi impegnato in un monitoraggio puntuale, azienda per azienda, dei potenziali impatti subiti per il Covid. In questo contesto il MFS Meridian Funds European Value Fund continua a privilegiare la qualità e le caratteristiche difensive, attraverso la ricerca di società con modelli di business sostenibili, una buona generazione di flussi di cassa, bilanci forti, una leva finanziaria adeguata, solida governance aziendale e valutazioni ragionevoli.

Continuano a mantenere un posizionamento di sovrappeso relativo per il settore industriale, nel quale riescono a rintracciare diverse aziende che presentano molti degli attributi desiderati: “Si tratta di imprese con una proposta di valore unica o migliore rispetto ai competitors, che detengono posizioni di mercato forti, generalmente difficili da rimpiazzare”, aggiungono.  

Il portafoglio resta sottopesato al settore finanziario. Ciononostante, selezionano delle idee di investimento all’interno del comparto, con una preferenza per le società finanziarie più diversificate rispetto alle grandi banche. “Crediamo che il settore bancario stia attraversando un momento di sfide, a causa delle problematiche in corso relative al debito sovrano, un ambiente di bassi tassi di interesse, cambiamenti normativi e i requisiti di adeguatezza del capitale”, spiegano.

Sono anche sottopesati alla sanità. All’interno di questo settore, le poche eccezioni sono le aziende orientate alla tecnologia medica che rappresenta una nicchia in cui i gestori individuano un driver di crescita sostenibile a lungo termine e valutazioni interessanti.

Un terzo sottopeso è nel settore energetico: sono preoccupati che i guadagni delle aziende dell’energia siano altamente dipendenti dal livello di volatilità dei prezzi delle materie prime, e che affrontino sfide strutturali legate al cambiamento climatico e, in generale, presentino un elevato rischio geopolitico implicito.