Fino a che punto si spingeranno le correzioni del mercato?

correzioni, Fino a che punto si spingeranno le correzioni del mercato?
Ssama Azam, foto concessa (Unsplash)

Le correzioni e i mercati ribassisti fanno parte dell'investimento azionario, ma la loro portata spesso dipende dal fatto che siano accompagnati da una recessione economica. Su quali radici affonda l'attuale correzione del mercato e quali implicazioni ha per il futuro?

Come spiegato da Alger, partner del gruppo La Française, storicamente il calo medio dell'S&P 500 è stato del 27% in correzioni di mercato non associate a recessioni. "Tuttavia, i ribassi accompagnati da recessioni sono stati molto più gravi, accumulando un rendimento medio negativo del 46%, molto superiore all'attuale calo del 29%, indicando che potrebbero esserci ulteriori correzioni se l'economia entrasse in recessione", avvertono .

In questo senso, alcune aree del mercato azionario hanno subito una correzione maggiore, il che è più coerente con una recessione. “Ad esempio, il calo medio per i titoli a bassa capitalizzazione nell'indice Russell 2000 è stato del 47 per cento. Ed è stato ancora più alto, pari al 51%, per le azioni Nasdaq Composite".

correzioni, Fino a che punto si spingeranno le correzioni del mercato?

All'interno della società, ritengono che alcune aree del mercato azionario statunitense, come le società di crescita a bassa capitalizzazione, stiano scontando uno scenario più vicino alla recessione, mentre altre parti del mercato azionario non lo stanno facendo.

Con le banche centrali di tutto il mondo che stanno aumentando i tassi di interesse per far fronte all'elevata inflazione, gli investitori sono già preoccupati per i rischi di recessione. In genere, l'inasprimento della politica monetaria ha innescato flessioni economiche. Dopo aver toccato il massimo storico all'inizio dell'anno, l'S&P 500 è precipitato in territorio ribassista la scorsa settimana. Come regola generale, si parla di mercato ribassista quando c'è un continuo ribasso del 20% o più del mercato azionario dai livelli massimi.

Analisi dei dati

Tina Fong, strategist di Schroders, ha passato in rassegna più di 100 anni di dati per cercare di prevedere cosa potrebbero indicare i gravi movimenti di mercato di queste settimane per l'economia. Dal 1900, l'economia statunitense è riuscita a evitare una recessione solo il 30% delle volte in cui si è verificato un mercato ribassista.

“Questi periodi sono stati anche più brevi, generalmente con perdite meno gravi rispetto agli episodi di territorio orso con recessioni. Ad esempio, l'S&P 500 è sceso di oltre il 20% durante il Black Monday nell'ottobre 1987, ma l'economia non ha subito una recessione. I modelli di trading automatizzato sono stati in gran parte accusati del crollo del mercato azionario", spiega.

correzioni, Fino a che punto si spingeranno le correzioni del mercato?

Guardando al futuro, più durerà il sell-off e più profondo sarà il calo dei prezzi, soprattutto in un contesto in cui la Federal Reserve sta alzando i tassi di interesse, maggiore è il rischio di una recessione.