La controllata di Intesa REYL & Cie si rafforza in Svizzera

partnership, La controllata di Intesa REYL & Cie si rafforza in Svizzera
Christian Wiediger Yep, Unsplash

Arriva il disco verde delle autorità di controllo sulla partnership strategica che vede protagoniste REYL & Cie, il gruppo bancario svizzero diversificato controllato da Fideuram - Intesa Sanpaolo Private Banking, e 1875 Finance, multifamily office e gestore patrimoniale indipendente per clienti privati con sede a Ginevra. L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (Finma) e la Commission de surveillance du secteur financier (CSSF) in Lussemburgo hanno approvato l’operazione finalizzata alla creazione di “sinergie di reddito e opportunità di sviluppo trasversali”. Le due società, si legge in una nota, intendono svolgere un ruolo attivo nell’accelerare il consolidamento del settore dei gestori patrimoniali in Svizzera, fornendo ulteriori opportunità di crescita a breve e medio termine.  “Questa operazione mostra come banche e gestori indipendenti possano concludere accordi innovativi senza dover rinunciare al proprio modello di business o alla propria autonomia di gestione”, ha commentato François Reyl, CEO del Gruppo REYL. “Siamo sicuri che daremo vita a una relazione commerciale a lungo termine e costruiremo efficaci sinergie tra le due entità”.

La partnership apre la strada a un rafforzamento delle attività di private banking di REYL in Svizzera e a livello internazionale, continuando a svolgere un ruolo significativo nella riorganizzazione del mercato elvetico; mentre per 1875 Finance rappresenta un consolidamento della propria posizione di leader indipendente nel mercato della gestione patrimoniale e multi-custody svizzero. I cofondatori Olivier Bizon, Paul Kohler, Aksel Azrac e Jacques-Antoine Ormond mantengono congiuntamente il controllo di 1875 Finance con una quota del 60 per cento.

Prosegue così il rafforzamento di Intesa Sanpaolo in Svizzera dopo l’acquisizione, conclusa a maggio 2021, di una quota del 69% di REYL che ha confermato il Paese come hub principale per le attività internazionali di private banking all’estero.