Mercato europeo dei fondi, le famiglie tornano a preferirlo

Tendenze di mercato, Mercato europeo dei fondi, le famiglie tornano a preferirlo
Fabian Blank (Unsplash)

Una delle principali lamentele dell'industria dell'asset management è la limitata partecipazione degli investitori al dettaglio ai mercati finanziari. L'investitore non professionista si è così perso gran parte del recupero registrato dagli asset finanziari dopo la crisi del Covid a causa della sua limitata presenza nei prodotti d'investimento. Ciò per il fatto che un'elevata quantità di risparmi è rimasta ferma sui conti deposito. Ma potremmo finalmente essere prossimi ad un cambiamento di tendenza.

Secondo EFAMA, le famiglie europee sono state responsabili di un afflusso di 55 miliardi di euro nei fondi di investimento nel primo trimestre del 2021. Stiamo parlando di livelli che non si osservavano dal secondo trimestre del 2017.

Siamo al cospetto di una pietra miliare, che diventa ancora più rilevante se si prende in considerazione il comportamento degli investitori istituzionali. Nello stesso periodo, le compagnie assicurative e i fondi pensione europei hanno ridotto la loro raccolta netta a quota 18 miliardi di euro.

Tuttavia è ancora vero che gli investitori istituzionali costituiscono la fetta preponderante dell'industria dei fondi. Rappresentano quattro su 10 euro investiti in fondi in Europa. Al contrario, le famiglie rappresentano il 26% della torta. Stiamo parlando di 5,8 trilioni di euro dei primi contro i 3,6 trilioni dei secondi. Ma le famiglie potrebbero iniziare a recuperare?

Al momento attuale stiamo parlando di un periodo di soli quattro mesi. Ma è comunque una cifra notevole. Possiamo vederlo meglio nel grafico qui sotto. La verità è che la partecipazione delle famiglie è stata storicamente bassa. E in tempi di ribassi del mercato, i deflussi sono amplificati. Tuttavia, l'appetito dall'inizio dell'anno è notevole.

Tendenze di mercato, Mercato europeo dei fondi, le famiglie tornano a preferirlo