Nuova versione in euro dell’ETF di Invesco sui “fallen angels” USA

Franco Rossetti, Senior Relationship Manager ETF Specialist, Invesco

Disponibile su Borsa Italiana la versione in euro di Invesco US High Yield Fallen Angels UCITS ETF, che offre accesso ad un ETF, che investe esclusivamente in obbligazioni americane “fallen angels” denominate in dollari USA.  Questo strumento passivo ha registrato un significativo aumento del patrimonio gestito, passando da 88 milioni di dollari a fine 2019 a 357 milioni al 31/12/20 grazie agli investitori europei, alla ricerca di rendimenti più elevati in un contesto di bassi rendimenti.

Investire negli angeli caduti

Un “fallen angel” o “angelo caduto” è un titolo dell’universo high yield: inizialmente è immesso sul mercato con rating investment grade, ma a causa di una diminuzione della qualità creditizia dell’emittente, viene declassato a high yield dalle agenzie di rating. A rendere interessanti questo tipo di investimenti secondo la ricerca di Invesco il fatto che le obbligazioni tendono ad essere ipervendute quando vengono declassate, ma possono beneficiare di una percentuale maggiore di upgrade successivi rispetto ad emissioni ad alto rendimento equivalenti. “La pressione a vendere diminuisce generalmente dopo il downgrade, consentendo ai prezzi di risalire e contribuendo potenzialmente a solidi rendimenti totali. Infine, un ulteriore vantaggio può verificarsi quando le ‘stelle nascenti’ vengono riportate allo stato investment grade, con conseguente aumento di prezzo”, ravvisano dalla casa di gestione

Invesco US High Yield Fallen Angels UCITS utilizza un approccio ponderato in funzione del tempo per catturare le performance dei fallen angels, acquistando asset nel mercato statunitense alla fine di ogni mese, in seguito alla loro inclusione nell’indice e conformemente ai vincoli di liquidità. L’obiettivo di questa strategia sistemica è quello di ricercare rendimenti all’interno dell’high yield statunitense, traendo potenziali vantaggi dai rimbalzi dei prezzi. “L’indice Fallen Angels, che storicamente ha avuto un profilo di rating creditizio più interessante rispetto al più ampio mercato high yield statunitense, ha sovraperformato tale settore del 6,78% nel 2020 ed è ora in vantaggio dell’8,18% dal lancio dell’ETF nel settembre 2016. Nel 2020 inoltre, il programma di acquisto di obbligazioni della Federal Reserve statunitense ha contribuito alla forte performance dell’indice: dal 9 aprile, Invesco US High Yield Fallen Angels UCITS ETF ha registrato un rendimento del 35,87% (al 31/12/2020). L’indice è ora anche più diversificato, con quasi il doppio del numero di obbligazioni rispetto al periodo pre-COVID (250 vs 123)”, fanno notare da Invesco.

Franco Rossetti, senior relationship manager ETF specialist di Invesco, ha dichiarato: “La versione con copertura valutaria del nostro Invesco US High Yield Fallen Angels UCITS ETF risponde alla richiesta di quegli investitori che ricercano un’esposizione al mercato high yield USA, ma che vogliono tutelarsi dai rischi legati al cambio.” “Il prodotto ha registrato una domanda molto forte nel 2020 e prevediamo che tale interesse verrà confermato anche nel 2021, viste le dinamiche positive che stanno caratterizzando questa asset class”.