Il debito emergente attira sempre più investitori

Marcin Adamczyk notizia
Marcin Adamczyk (immagine ceduta)

Contributo a cura di Marcin Adamczyk, Head of Emerging Market Debt, NN Investment Partners. Contenuto sponsorizzato.

L’economia globale è sul punto di raggiungere il tasso di crescita più rapido degli ultimi 50 anni, con gli Stati Uniti in forte ripresa al 6,4% e la Cina all’8,4%, il che creerà effetti di ricaduta positivi per i mercati emergenti. L’espansione fiscale degli USA e una legge sulle infrastrutture andranno a beneficio dei fornitori emergenti, mentre l’influenza della Cina nel commercio globale è destinata a continuare. I Paesi emergenti beneficeranno anche della Belt and Road Initiative della Cina. I prezzi delle materie prime e il sostegno ufficiale del FMI, del G20 e della Cina migliorano inoltre le prospettive dei mercati emergenti. La ricerca di rendimento da parte degli investitori continua senza sosta e questa dinamica sottolinea il loro interesse per il debito dei mercati emergenti.

Advertisement

Le opportunità di investimento nel debito emergente

La nostra visione top-down della ripresa della crescita globale guidata da Stati Uniti e Cina determina il modo in cui cerchiamo le opportunità nello spazio dei mercati emergenti. Per esempio, a livello sovrano, pensiamo che gli i Paesi emergenti con forti legami commerciali con gli USA siano favoriti. In America Latina, il Messico guadagnerebbe dalla spinta di Biden. In Asia, i maggiori mercati di esportazione come il Vietnam e la Thailandia. La componente infrastrutturale del pacchetto di Biden dovrebbe dare un impulso agli esportatori di materie prime EM come il Cile per il rame o il Brasile nel caso del minerale di ferro.

Nello spazio del debito emergente in valuta forte, favoriamo titoli high yield principalmente per motivi di valutazione. Gli spread sovrani degli emerging markets investment grade sono quasi tornati ai livelli precedenti alla pandemia, mentre i segmenti HY e di frontiera hanno spazio di restringersi ulteriormente. All’interno dell’universo delle obbligazioni corporate emergenti, preferiamo anche le obbligazioni con rating high yield rispetto a quelle con rating investment grade, e da un punto di vista regionale, siamo più positivi sulle obbligazioni corporate in Asia, essendo più orientate alla ripresa globale. Nei tassi locali dei mercati emergenti, vediamo meno supporto per la duration, mentre nei mercati valutari emergenti, nonostante le valutazioni rimangono strutturalmente attraenti, abbiamo bisogno di vedere uno spostamento della crescita più deciso a favore di questi mercati per diventare più rialzisti.

Grazie all’ampia varietà di classi nell’offerta di NN IP, gli investitori hanno accesso diretto allo spettro delle sottoclassi del debito emergente, compresi fondi separati per il debito sovrano in valuta forte e locale, FX locale, debito asiatico e debito di frontiera.

ESG sempre più importanti, ma occorre approccio innovativo

L’emergere di green, social e SDG bond sta incentivando i Paesi emergenti a sviluppare framework sovrani ESG e a migliorare la trasparenza dei dati. C’è una crescente convinzione tra gli investitori che le questioni ESG influenzino i rischi e le opportunità a breve e lungo termine delle società e dei governi EM. Nel caso dei corporate bond emergenti, vediamo che i fattori ESG possono influenzare positivamente o negativamente la performance finanziaria, mentre per i titoli sovrani, i fattori ESG possono influenzare sia le condizioni macroeconomiche che i costi di prestito.

In NN IP integriamo sistematicamente i criteri ESG in tutte le nostre strategie sul debito emergente. NN IP ha sviluppato una lente ESG proprietaria per l’analisi sovrana, che incorpora criteri di valutazione sul livello di sviluppo di un Paese e la stabilità in termini di rischi e mitigazioni. L’ESG Lens permette ai nostri analisti e gestori di portafoglio di valutare meglio i rischi presenti e futuri di un Paese o di una società, così come gli strumenti che possono essere impiegati per mitigare questi rischi.

Per maggiori informazioni su NN Investment Partners clicca qui