Soluzioni ibride e unit-linked 2.0: sicure, diversificate e sostenibili. Il caso Zurich

unit linked, Soluzioni ibride e unit-linked 2.0: sicure, diversificate e sostenibili. Il caso Zurich
Dario Moltrasio, foto concessa (Zurich Investments Life)

Il 3 gennaio 2022 Zurich Insurance Group ha annunciato la vendita a GamaLife di parte del proprio portafoglio vita italiano per 128 milioni di euro. L’operazione, che si conferma il nuovo corso della Compagnia, inaugurato con l’acquisizione della rete di consulenza finanziaria di Deutsche Bank, ha tra i propri obiettivi un focus sempre più deciso sullo sviluppo di soluzioni di nuova generazione per i clienti e il ribilanciamento del proprio portafoglio su prodotti unit linked, ibridi e di protection, che stanno sempre più catalizzando l’interesse del pubblico.

In un contesto di incertezza, alta volatilità e tassi negativi, i risparmiatori sono infatti sempre più alla ricerca di soluzioni che garantiscano rendimenti interessanti ottimizzando il rischio. Per questo, le soluzioni assicurative ibride e unit linked si stanno affermando come una delle proposte più interessanti per chi cerca di combinare le proprie esigenze in termini di protezione a rendimenti interessanti: secondo gli ultimi dati IVASS, nel 2021 il ramo III. “I prodotti ibridi e unit linked di nuova generazione offrono infatti linee d’investimento che mirano a muoversi entro livelli target di volatilità: a ciascun investitore è assegnato il livello di rischio e rendimento più adeguato al suo profilo, con un costante aggiornamento dei portafogli d’investimento affinché siano sempre più coerenti con la situazione di mercato attuale”, spiega Dario Moltrasio, CEO di Zurich Investments Life.

Focus sui temi ESG

Con il progressivo affermarsi dei temi legati alla sostenibilità anche in ambito finanziario, Zurich ha voluto potenziare ulteriormente la propria offerta in questo segmento, rendendola ancora più in linea con le nuove esigenze dei propri clienti. “A partire da maggio 2021, abbiamo infatti deciso di accelerare il processo di integrazione della sostenibilità nei nostri prodotti di investimento assicurativo, con il lancio della linea Bilanciata ESG nella soluzione multiramo Zurich Multinvest”, commenta l’amministratore delegato della società. “La linea Bilanciata ESG è costituita da una selezione di fondi ESG contraddistinti da politiche di investimento volte chiaramente a mitigare i rischi di sostenibilità. Zurich si avvale inoltre dell’analisi continua del rating di sostenibilità dei principali provider sul mercato per mantenere la proposizione ESG all’avanguardia”, aggiunge.

Nel corso del mese di luglio 2021 anche la soluzione flagship unit linked Zurich Portfolio è stata integrata da tre nuovi profili ESG, costruiti secondo i criteri del Regolamento Europeo SFDR art. 8. I tre nuovi profili si affiancano ai profili guidati esistenti e permettono di scegliere tra diversi livelli di rischio coniugati con una forte attenzione agli investimenti sostenibili. I profili guidati sono infatti portafogli composti da un massimo di 10 fondi esterni ESG, ribilanciati con cadenza trimestrale, per permettere ai clienti di ottenere il miglior rendimento in rapporto al livello di rischio prescelto al momento del contratto.

Il catalogo fondi ESG è stato costruito da Zurich ricercando soluzioni distintive sul mercato, con obiettivi di sostenibilità chiari e approcci ben definiti. Il catalogo, composto da circa 50 ISIN per coprire i principali peer group con un’adeguata diversificazione, è costantemente monitorato e sarà progressivamente integrato in linea all’evoluzione del mercato degli investimenti sostenibili. “L’integrazione dei fattori ESG è già oggi parte fondamentale del processo d’investimento di Zurich e il portafoglio di investimenti in fondi esterni di Zurich Investment Life è in larga parte già sostenibile: circa la metà degli asset investiti rispondono infatti a elevati livelli di rating ESG”, conclude il manager.