Un’occhiata ai flussi dell’industria dei fondi nel 2014

planeta
autor: S, Flickr, Creative Commons

Lo scorso anno c’è stato un nuovo record in termini di raccolta netta, che ha raggiunto 1,3 bilioni di dollari nel 2014 rispetto a meno di un bilione nel 2013. In un anno dominato dai bassi tassi d’interese – conseguenza delle politiche di espansione monetaria intraprese dalle principali banche centrali del mondo – l’ultimo rapporto su flussi di cassa, elaborato dal team di analisi di Morningstar, indica che circa un terzo della raccolta totale nel 2014 è andato a fondi azionari internazionali. Per gli autori del rapporto, l'aumento dei flussi globali e in particolare, di depositi in titoli azionari, “suggerisce come gli investitori abbiano fiducia nel potenziale di crescita dei mercati”.

Secondo i dati che la società di analisi gestisce, alla fine del 2014 il patrimonio globale dei fondi d’investimento e dei prodotti quotati (ETP), esclusi i fondi di fondi, ha toccato i 30 bilioni di dollari, di cui il 57% (16, 77 bilioni) corrisponde al mercato statunitense. Tuttavia, il report evidenzia altre due macroregioni come motori della crescita del mercato dei fondi nel 2014: l’Asia, che l'anno scorso ha registrato una crescita organica del 12,8%, e i fondi transnazionali, definiti come “fondi domiciliati in paradisi fiscali quali il Lussemburgo e l'Irlanda”, che sono cresciuti con un andamento del 10,4% rispetto al 3,5% del mercato statunitense e del 3,9% in Europa.