Update del MS INVF Asia Opportunity Fund: le scommesse di Kristian Heugh in Asia

Kristian Heugh Notizia
Kristian Heugh, portfolio manager, Morgan Stanley Investment Management (immagine concessa)

Il Morgan Stanley Investment Funds Asia Opportunity Fund è lo strumento di investimento per il mercato asiatico del team di Kristian Heugh, portfolio manager molto apprezzato a livello europeo e in Italia, a cui è affidata la gestione di altre due strategie di punta della casa di gestione come il Global Opportunity Fund e lo Europe Opportunity Fund. Il MS INVF Asia Opportunity Fund è uno degli undici fondi ad aver ottenuto il Marchio FundsPeople 2021 con il triplo rating Preferito dagli Analisti (A), Blockbuster (B) e Consistente (C).

L’obiettivo del fondo è la valorizzazione a lungo termine del capitale tramite l’investimento in società affermate ed emergenti, di alta qualità, situate in Asia (escluso il Giappone), che il team di gestione considera sottovalutate al momento dell’acquisto.

Investire in idee ad alta convinzione

Un segno distintivo del MS INVF Asia Opportunity Fund è il fatto di realizzare delle scommesse molto mirate, dando luogo ad un portafoglio altamente concentrato. Si tratta di una caratteristica che hanno in comune tutti i fondi gestiti dal team Global Opportunity di Morgan Stanley Investment Management, risultato di un processo d’investimento puramente bottom-up. Ne deriva un portafoglio che si differenzia molto dal benchmark, concentrato sulle loro idee di investimento high conviction. L’active share è tipicamente dell’80% o superiore, e le prime 10 posizioni rappresentano più del 50% del portafoglio.

La filosofia alla base del fondo è orientata ad un impegno di lungo termine verso le migliori idee di investimento che vengono selezionate a partire da una serie di presupposti caratteristici:

  • Impegno, in qualità di investitori a lungo termine, che li aiuta ad essere allineati con l’impegno nei confronti dei clienti.
  • Analisi dei cambiamenti disruptive per individuare idee e temi emergenti.
  • Valori: curiosità, pensiero prospettico, consapevolezza del ruolo e spirito di squadra. Una cultura che promuove un processo di investimento sostenibile e replicabile.
  • Filosofia d’investimento semplice. I princìpi d’investimento di Warren Buffett applicati alle aziende in crescita.

Il team d’investimento si concentra su aziende che ritiene posseggano vantaggi competitivi sostenibili che possono essere monetizzati attraverso la crescita. Il processo d’investimento integra l’analisi della sostenibilità rispetto a cambiamenti dirompenti, forza finanziaria e fattori ESG.

Portafoglio del MS INVF Asia Opportunity Fund

A fine gennaio 2021, il portafoglio di MS INVF Asia Opportunity Fund è caratterizzato da un orientamento alla crescita e ai titoli large cap. Geograficamente, il portafoglio ha una forte presenza nell’Asia emergente (84%). L’Asia sviluppata rappresenta il 17%.

Per settore, si nota una chiara attenzione alla ripresa dei consumi: i titoli ciclici e difensivi rappresentano più della metà del fondo. Un’altra porzione rilevante, pari al 22,5%, è investita nei servizi finanziari.

La concentrazione in questi settori emerge osservando i primi titoli in portafoglio: detengono quasi il 10% del fondo in Meituan, una piattaforma cinese di e-commerce che potrebbe essere definita come un mix tra UberEats/Glovo e Amazon Prime, mentre un 6,5% è investito in HDFC Bank, una delle più grandi banche dell’India.

Alta qualità indipendente dal ciclo

Il portafoglio è un riflesso dello stile del team di gestione. Il team Global Opportunity si concentra sulla selezione dei titoli utilizzando un approccio bottom-up, considerano le prospettive a lungo termine delle società in portafoglio e valutando le aziende su un orizzonte temporale da tre a cinque anni. Secondo il team, le loro strategie contengono aziende sottovalutate e di alta qualità con vantaggi competitivi che non sono legati a nessun particolare ambiente di mercato.

Questo è un elemento chiave. Il fondo punta ad investire in società di alta qualità, indipendentemente dal ciclo economico. “La maggior parte del nostro alfa proviene da fonti idiosincratiche e non sistematiche”, affermano.

Il portafoglio tende a fare peggio del benchmark quando il mercato favorisce aziende di qualità inferiore, attività più speculative o quando ci sono forti rotazioni di mercato. Al contrario, tende a sovraperformare quando sono favoriti i titoli di alta qualità e quando prevale la selezione dei titoli.