Mercati turbolenti: ecco su quali temi si concertano i nuovi lanci

Lanci di fondi, Mercati turbolenti: ecco su quali temi si concertano i nuovi lanci
Adeolu Eletu (Unsplash)

In una fase di mercato altamente volatile per l’inflazione, i tassi in rialzo e il rischio geopolitico per la crisi in Ucraina, i gestori internazionali puntano su nuovi fondi per ampliare la gamma delle fonti rendimento offerte ai portafogli degli investitori. Le principali aree su cui si concentrano i lanci più recenti delle società estere attive nel nostro mercato sono: la sostenibilità, le aziende globali di qualità e i mercati privati, con un focus sulle soluzioni che puntano a garantire performance di lungo periodo.

BlackRock ha lanciato il nuovo ESG Global Multi-Asset Income Fund (BGF ESG GMAI) che pone gli investimenti ESG al centro di un portafoglio multi-asset income. Il nuovo strumento investe principalmente in emittenti con rating ESG piú elevati oltre che in temi sostenibili e ad impatto. “Prevediamo che la domanda di strategie con focus sull'ESG crescerà rapidamente nei prossimi anni in scia agli sviluppi attesi sul fronte della regolamentazione e al cambiamento delle preferenze degli investitori”, spiegano dalla casa di gestione a margine del lancio. “Allo stesso tempo, la domanda di reddito rimane invariata, con i rendimenti globali che potenzialmente rimarranno ben al di sotto delle medie storiche”, aggiungono. Il BGF ESG GMAI è progettato per attingere ad un insieme di opportunità globali di investimenti ESG orientati al reddito in tutte le asset class, regioni, e settori. È gestito dallo stesso team responsabile della gestione del BGF Global Multi-Asset Income Fund e mira a generare un interessante potenziale di reddito che va tipicamente dal 3,5 al 5,5% su base annua, con un potenziale di crescita del capitale nel tempo. Il nuovo prodotto è classificato come articolo 8, in linea con il regolamento UE (SFDR).

Soluzioni allineate agli SDGs

Si situano nel trend della sostenibilità anche due nuovi fondi lanciati da Aviva Investors. L'Aviva Investors Social Transition Global Equity Fund e l'Aviva Investors Natural Capital Transition Global Equity Fund rappresentano le novità della gamma Aviva Investors Sustainable Transition, fondata sui Sustainable Development Goals (SDGs) delle Nazioni Unite. “La disuguaglianza sociale e la perdita di biodiversità sono tematiche di primaria importanza. La maggior parte della popolazione globale vive in paesi dove il divario di ricchezza è in aumento e c'è stata una diminuzione del 68% delle specie naturali tra il 1970 e il 2016”, spiegano dalla casa di gestione. La prima delle due strategie il Social Transition Fund è allineato con gli SDGs 5, 8 e 10. Seleziona investimenti in aziende che stanno cambiando i loro modelli di business per rispettare i diritti umani, promuovere condizioni di lavoro adeguate e impegnate in pratiche aziendali responsabili. Il fondo investirà anche in aziende che forniscono soluzioni per migliorare l'accesso all'istruzione e alla salute e una più ampia inclusione finanziaria. Saranno escluse le imprese che violano i principi sociali riconosciuti o quelle coinvolte in gravi controversie sociali. Il Natural Capital Transition Fund è allineato agli SDGs 12, 13, 14 e 15, investendo in aziende solutions provider che stanno trasformando i loro modelli di business nei settori della sostenibilità del territorio, degli oceani, dell'economia circolare e del cambiamento climatico. Escluderà le imprese coinvolte in alcune attività dannose o in gravi controversie ambientali. Il lancio fa seguito alla pubblicazione della politica di Aviva sulla biodiversità, che include la volontà di impegnarsi al massimo attraverso l'engagement e la stewardship per eliminare entro il 2025 le attività rischiose di deforestazione delle aziende parte dell’investment portfolio del Gruppo e le attività di finanziamento.

AXA Investment Managers ha reso disponibile lanciato il fondo AXA WF ACT Social Bonds che mira a produrre un impatto sociale positivo e misurabile. Il fondo rappresenta l'impegno continuo di AXA IM a rafforzare le sue competenze in materia di green, social e sustainable bond (GSSB) e ad ampliare la sua gamma di fondi a impatto. Dovrebbe affrontare principalmente i seguenti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite: Nessuna povertà (SGD 1); Buona salute e benessere (SGD 3); Lavoro dignitoso e crescita economica (SDG 8); Città e comunità sostenibili (SDG 11). Per allinearsi a questi SDG, il fondo investirà almeno il 75% in obbligazioni sociali e sostenibili definite in base al framework GSSB proprietario di AXA IM e fino al 25% in obbligazioni convenzionali rigorosamente selezionate e allineate con un impatto sociale positivo. Johann Plé, gestore del fondo ha commentato: “Nella transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio, non possiamo ignorare la dimensione sociale. Mentre la maggior parte delle strategie di investimento a impatto si concentra attualmente sull'ambiente e sulla decarbonizzazione, crediamo che l'enorme crescita osservata sul mercato delle obbligazioni sociali e sostenibili negli ultimi anni sia un'opportunità per costruire una strategia di Social Bond dedicata e siamo orgogliosi di lanciare il nostro primo fondo obbligazionario investito in questo segmento”. La strategia fa parte della gamma ACT di AXA IM e rappresenta la pietra angolare della sua offerta di obbligazioni sociali e sostenibili dedicate. È classificato come prodotto ai sensi dell'Articolo 9 secondo la Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR) UE, evidenziando il solido processo di selezione delle obbligazioni sostenibili volto a fornire un impatto sociale positivo.

Azionario globale

Flossbach von Storch amplia l’offerta dedicata al mercato italiano con il nuovo fondo azionario UCITS Flossbach von Storch – Global Quality, rivolto sia a investitori privati sia istituzionali, con un focus su società di qualità a livello globale e una strategia basata sui fondamentali, orientata al lungo periodo e non vincolata a un benchmark. L’orizzonte minimo consigliato per l‘investimento è di cinque anni. “L’avvento dell’inflazione è un fenomeno destinato a durare nel tempo e i tassi potrebbero restare contenuti a lungo in Europa, di conseguenza conservare il valore reale del patrimonio liquido sarà probabilmente impossibile senza investire in azioni”, commenta Kurt von Storch, fondatore e membro del Consiglio di Amministrazione di Flossbach von Storch AG,

Il fondo azionario Flossbach von Storch - Global Quality investe con un approccio attivo su scala globale, con particolare attenzione alla qualità delle società nel processo di selezione. Il team di gestione privilegia soprattutto società con una posizione di mercato forte e durevole, in grado di tradursi in una redditività elevata, e società attive su mercati di sbocco interessanti nel lungo periodo. Un altro requisito fondamentale nella selezione delle società riguarda le qualità del management, che deve adottare un approccio etico e imprenditoriale e poter contare su bilanci solidi che garantiscano libertà di azione. Società con queste caratteristiche possono essere individuate in regioni, valute e settori diversi.

Private equity

Neuberger Berman ha lanciato il suo secondo European Long-Term Investment Fund (ELTIF II) di co-investimenti di private equity dopo il successo del primo ELTIF avvenuto lo scorso anno. L’obiettivo della società è rendere il private equity globale più accessibile agli investitori retail e professionali nonché ai loro consulenti. Il fondo ELTIF I di Neuberger Berman ha raccolto 149,2 milioni di euro (169 milioni di dollari) durante il periodo di offerta, della durata di sei mesi dal lancio (avvenuto a maggio 2021), e al 31 dicembre aveva già investito in 12 società. I tradizionali fondi di private equity presentano soglie d’investimento minimo elevate, mentre quella del fondo ELTIF II è pari a 25.000 euro per gli investitori europei. La durata legale prevista del fondo è di otto anni. Il fondo investirà in varie strategie di private equity, in particolare in buyout e opportunisticamente in special situations, growth capital e investimenti di credito. Gli investimenti diretti di private equity avverranno principalmente in società con sede in Europa e Nord America, e in misura minore in Asia e America Latina. José Luis González Pastor managing director di Neuberger Berman ha spiegato: “Dopo il grande successo del fondo ELTIF I nel 2021, lanciamo un altro nuovo prodotto innovativo. Solitamente il private equity presenta molte barriere all’ingresso, ma noi intendiamo abbatterle dando agli investitori accesso a un’adeguata diversificazione, una lunga duration e un’accurata due diligence. Il lancio di questo secondo fondo testimonia la solidità della nostra piattaforma nonché la nostra ferma volontà di rendere il private equity accessibile agli investitori retail con servizio di consulenza, offrendo loro una bassa soglia di investimento minimo in tutta Europa”.