Vontobel Fund US Equity: la ricerca di stabilità

Matthew Benkendorf, gestore del Vontobel Fund US Equity
Matthew Benkendorf, gestore del Vontobel Fund US Equity

Vontobel Fund US Equity è un portafoglio che concentra le migliori idee tra le società statunitensi e multinazionali. Il fondo vanta rating ABC FundsPeople. L’approccio seguito da Matthew Benkendorf, gestore e direttore degli investimenti della boutique Quality Growth responsabile di questo fondo di Vontobel AM, si basa sulla ricerca del rendimento mediante investimenti a lungo termine in società i cui profitti mostrino una crescita stabile e sostenibile.

La strategia si basa sulle conoscenze e sull’esperienza del team d’investimento della boutique, composto da 32 esperti. In questo approccio rientra l’analisi dei fattori ESG considerata la preferenza per una crescita prevedibile e relativamente stabile degli utili di qualità, e per investimenti a lungo termine. Benché la strategia non sia legata ad alcun indice di riferimento, i relativi risultati vengono confrontati con l’indice S&P 500.

Tra le caratteristiche principali della strategia d’investimento si segnalano: un approccio bottom-up chiaramente definito volto a individuare le migliori opportunità d’investimento negli Stati Uniti, la predisposizione a cogliere le opportunità offerte dai mercati in crescita e a proteggere il capitale in periodi negativi e un lungo track record con un livello di rischio inferiore a quello di mercato.

“Cerchiamo d’individuare società altamente redditizie, con una crescita costante degli utili, attività stabili e fondamentali solidi. Questo approccio è molto importante, soprattutto in mercati volatili e imprevedibili, poiché è fondamentale cercare un equilibrio tra settori a crescita elevata e quelli più difensivi. Queste caratteristiche si riscontrano in aziende di qualità con fattori di crescita differenziati, prospettive di crescita strutturale a lungo termine e bilanci solidi, che vengano scambiate a quotazioni ragionevoli, perché crediamo che questo tipo di società sia in grado di crescere indipendentemente dal contesto”, spiega Benkendorf.

Tra le principali posizioni del fondo figurano operatori del settore informatico, come Amazon, Alphabet (le uniche FAANG in portafoglio con un peso congiunto pari a circa il 9,6%) e Microsoft.

“Nonostante la forte crescita realizzata dal settore tecnologico, gli investitori dovrebbero procedere con cautela. Le elevate quotazioni del mercato e il difficile contesto economico sottostante, insieme all’esagerata euforia che ha iniziato a permeare i mercati, ha spinto a valutazioni eccessive di alcuni titoli tecnologici. Ciò nonostante, consideriamo che le azioni in portafoglio siano interessanti e abbiano un valore equo a lungo termine. Non tutti i titoli tecnologici sono uguali: alcune valutazioni sono giustificate, diversamente da altre. Gli investitori devono tener conto dei dati fondamentali e prestare molta attenzione ai titoli che acquistano e a che prezzo”, spiega.

I servizi sanitari, i beni di consumo di prima necessità e quelli discrezionali sono, nell’ordine, gli altri settori principali del portafoglio.