Analisi dei flussi 2021 dei fondi azionari USA

Photo by Rodion Kutsaev, Unsplash
Photo by Rodion Kutsaev, Unsplash

Tratto dall’analisi comparativa mensile FundsPeople di gennaio – Rivista 047: “Un  mercato a prove di pandemie”.

Con i dati di fine novembre, la categoria dei fondi azionari è stata quella che ha registrato la maggior raccolta negli ultimi 12 mesi (89 miliardi di euro) seguita dai fondi obbligazionari (66,3 miliardi). Inoltre, a tre anni, come si può vedere tabella, è la terza categoria a livello di raccolta.

CategoriaFlussi a 1 annoFlussi a tre anniPatrimonio totale
Obbligazionario66.284213.8322.724.161
Multi-asset20.52990.3881.474.075
Azionario89.01144.7433.678.125
Altro9.7035.650346.947
Alternativi-38.251-85.096321.988
Totale147.277269.5178.545.296
Fonte: Morningstar Direct. Dati in milioni di euro al 30 novembre 2020. Sono inclusi gli ETF.

All’interno della categoria azionaria, i fondi azionari globali sono i più richiesti, seguiti da quelli che investono in tecnologia, salute o azionario cinese. In questo contesto, i fondi che investono nel nel mercato azionario statunitense hanno raccolto, nel loro complesso, deflussi netti di oltre 5,5 miliardi di euro a un anno e 18,6 miliardi a tre anni.

Categoria azionariaFlussi a 1 annoFlussi a tre anniPatrimonio totale
Global Equity Large Cap65.543145.0441.144.277
Technology Sector Equity26.44438.772104.353
Greater China Equity18.04822.65390.441
Global Equity Mid/Small Cap8.99918.01053.912
Healthcare Sector Equity12.67514.97751.936
US Equity Large Cap Growth6.2358.37694.552
Fonte: Morningstar Direct. Dati in milioni di euro al 30 novembre 2020. Sono inclusi gli ETF.
Categoria azionariaFlussi a 1 annoFlussi a tre anniPatrimonio totale
Global Equity Large Cap65.543145.0441.144.277
Technology Sector Equity26.44438.772104.353
Greater China Equity18.04822.65390.441
Global Equity Mid/Small Cap8.99918.01053.912
Healthcare Sector Equity12.67514.97751.936
US Equity Large Cap Growth6.2358.37694.552
Fonte: Morningstar Direct. Dati in milioni di euro al 30 novembre 2020. Sono inclusi gli ETF.

I fondi della categoria con maggior raccolta

Nella seguente tabella si possono vedere le preferenze degli investitori italiani per la categoria azionario USA. Ecco i 15 fondi con la raccolta netta più elevata a 3 anni:

FondoSocietàStile di gestioneFlussi a tre anniPatrimonio
AB American Growth PortfolioAllianceBernsteinGrowth2.072,915.462,23
Wellington US Research Equity Wellington ManagementBlend1.692,702.494,93
Brown Advisory US Sustainable Growth Brown AdvisoryGrowth1.639,322.108,14
Morgan Stanley Investment Fund US Growth Morgan Stanley IMBlend1.433,775.579,44
Loomis Sayles US Growth Equity Natixis IMGrowth1.405,892.979,01
Morgan Stanley Investment Fund US Advantage Morgan Stanley IMBlend1.381,5912.654,72
Artemis US Select ArtemisGrowth940,602.455,34
Brown Advisory US Equity Growth Brown AdvisoryBlend849,211.662,66
Franklin US Opportunities Franklin Templeton InvestmentBlend829,976.220,79
Amundi IS S&P 500 ESG AmundiBlend778,421.127,34
ArtemisFds(Lux) US Extended Alpha FundRockGrowth716,84983,79
Vontobel US Equity Vontobel AMGrowth702,153.478,78
Edgewood US Select Growth CarneBlend692,546.846,62
StocksPLUS E USD PIMCOBlend668,512.895,17
Legg Mason US Large Cap Growth Legg Mason Growth601,251.583,56
Fonte: Morningstar Direct. Dati in milioni di euro.

Segnali di allarme

Negli Stati Uniti, più della metà del patrimonio investito nel mercato azionario locale è costituito da strumenti passivi. In Europa il peso degli ETF e dei fondi indicizzati non ha raggiunto livelli così elevati, ma la tendenza è preoccupante: nel corso degli anni, le somme perse dai fondi attivi passano ai prodotti di gestione passiva. Secondo i dati di Refinitiv, in Europa, tra gennaio e ottobre, ci sono stati tre miliardi di euro di riscatti nell’azionario statunitense a gestione attiva, mentre gli ETF e gli strumenti indicizzati hanno attirato capitali per 2,5 miliardi di euro.

Nel segmento delle azioni statunitensi a grande capitalizzazione, anche i fondi di tipo value stanno ricevendo un’attenzione particolare, pur avendo perso in parte la fiducia degli investitori, che invece si sono sempre focalizzati sui fondi di tipo growth. Un semplice raffronto è illuminante: 25 fondi growth hanno beneficiato di afflussi netti in 36 mesi, mentre 34 fondi value hanno subito deflussi nello stesso periodo. I dati di Morningstar dimostrano, nel corso degli ultimi tre anni, il patrimonio netto dei primi è raddoppiato e quello dei secondi è dimezzato.

Queste tendenze secondarie stanno affiorando in un mercato che, dopo un difficile 2020 e contro ogni previsione, riesce a rimanere in un’area di massimi dimostrando di resistere persino alla pandemia.